Aldo Balsarini
Aldo Balsarini

Aprica, 27 marzo 2020 - Con la morte di Aldo Balsarini se ne è andato un altro pezzo della storia di Aprica. È scomparso, infatti, nelle prime ore di mercoledì, all’età di 91 anni, un aprichese doc che nella sua vita ha sempre operato per la crescita turistica della località orobica ricoprendo, fra le altre, la carica di presidente della Siba, la Società impianti Belviso di Aprica che gestisce la ski area della Magnolta. 

Balsarini è stato un personaggio del luogo importante che, nella sua vita, si è speso per la collettività e che è stato anche vicesindaco di Aprica negli anni settanta. «Questa notte Aprica ha perso un altro dei suoi protagonisti, il nostro caro Aldo Balsarini – ha postato sul suo profilo Facebook il primo cittadino di Aprica Dario Corvi -. Aldo è stato per tutti noi l’uomo della Magnolta, di cui è stato presidente per 20 anni, dal 1986 al 2006. Per lui non era un semplice incarico, è stata la sua vita, la sua passione. E in quel ruolo ha contribuito a rendere grande il nostro paese, diventando per meriti il Cavalier Balsarini. L’amore per il suo paese lo ha portato anche a ricoprire il ruolo di vice sindaco negli anni ‘70 per due mandati. Ruolo oggi ricoperto nella mia giunta dal suo caro nipote Marco, che a lui si ispira fin dal primo giorno, di cui era particolarmente orgoglioso. Ciao Aldo, grazie di tutto». Aldo Balsarini lascia tre figli, (Giovanna, Mario e Venanzio) e un vuoto incolmabile nel paese che nei giorni scorsi è stato scosso dalla scomparsa, per coronavirus, di Gianfranco Plona, pioniere dello sci alpino ad Aprica che aveva fondato le sezioni locali di Cai e Cnsas.