Elezioni europee il 26 maggio
Elezioni europee il 26 maggio

Milano, 25 maggio 2019 - Tutto pronto per le elezioni europee 2019 (e per le amministrative in 995 Comuni lombardi): gli italiani sono chiamati alle urne domenica 26 maggio. Il voto europeo serve a rinnovare i 751 rappresentanti dell’Europarlamento, e si svolgerà dal 23 al 26 maggio con differenze tra i vari Paesi, ma lo spoglio sarà in contemporanea in tutto il continente nella notte tra domenica e lunedì 27 maggio. L'Italia è divisa in cinque circoscrizioni: Nord-Est, Nord-Ovest, Centro, Sud e Isole. Per ogni circoscrizione i principali partiti hanno presentato i loro candidati e liste. La Lombardia fa parte della circoscrizione Nord-Ovest, che comprende anche il Piemonte, la Valle D'Aosta e la Liguria. C’è il partito pirata ma anche il Partito Animalista. Non mancano i movimenti di estrema destra, da Forza Nuova a Casa Pound-Destre Unite, e quelli di estrema sinistra come il Partito comunista. Senza dimenticare, naturalmente, i partiti rappresentati nel Parlamento italiano: Lega, Partito democratico, Movimento 5 Stelle, Forza Italia e Fratelli d’Italia.

 

COME SI VOTA Quasi otto milioni di elettori lombardi dovranno scegliere in cabina elettorale una delle sedici formazioni politiche pronte a sfidarsi. E fra queste, potranno indicare sulla scheda tre preferenze fra i 276 candidati che si sfideranno per uno dei venti seggi all’europarlamento che spettano alla circoscrizione Nordoccidentale. I seggi, quelli indicati sulla tessera di ciascun elettore, saranno aperti soltanto domenica, dalle 7 alle 23. La scheda che verrà consegnata dal presidente o dagli scrutatori è grigia. Troveremo stampati i simboli delle sedici liste: dovremo come sempre tracciare una “X” su quello prescelto. Accanto al logo di ciascun partito, uno spazio con tre righe. Su queste potremo (non è obbligatorio) esprimere fino a tre preferenze, aggiungendo i nomi e i cognomi (ma anche soltanto cognomi o i numeri di posizione nell’elenco) dei candidati della lista che abbiamo deciso di votare. Non si possono scegliere candidati che non appartengono alla lista preferita. Non è quindi consentito il voto disgiunto. Se decideremo di esprimere più di una preferenza, dovremo fare attenzione alla cosiddetta “preferenza di genere”: non possiamo premiare candidati che appartengano tutti allo stesso sesso. In ciascun seggio, all’esterno delle singole sezioni, sono appesi i tabelloni con i simboli delle liste e l’elenco degli aspiranti deputati europei. Come sempre, bisognerà portare con sé un documento d’identità e la tessera elettorale. Nel caso i documenti fossero scaduti o la tessera non avesse più spazio per ulteriori timbri, ciascun Comune tiene aperti, contemporaneamente ai seggi, anche gli uffici elettorali e l’Anagrafe, che possono fornire agli elettori copia dei documenti smarriti o danneggiati.

 

LEGA - La Lega candida il suo leader Matteo Salvini come capolista in tutte le circoscrizioni. Gli altri candidati sono in lista in ordine alfabetico e sono Heidi Monica Andreina, ex sindaco di Credaro (Bergamo), Marco Campomenosi, esponente ligure del partito ed ex assistente di Salvini a Bruxelles, Alessandra Cappellari, consigliera regionale in Lombardia, Marta Casiraghi, ex sindaco di Missaglia (Lecco), Dante Cattaneo, sindaco di Ceriano Laghetto (Monza e Brianza) da dieci anni, Angelo Ciocca, deputato europeo uscente (noto per aver calpestato con una scarpa una lettera della Commissione europea all'Italia nell'ottobre del 2018), Gianna Gancia, ex presidente della provincia di Cuneo, Danilo Lancini, ex sindaco di Andro (Brescia) e parlamentare europeo uscente, Pietro Antonio Marrapodi, consigliere municipale a Milano, Laura Molteni, deputata e consigliere comunale a Milano, Alessandro Panza, responsabile organizzativo nazionale della Lega, Vittoria Poggio, Cristina Porro, ex assessore del comune di Albenga (Savona), Marco Racca, Paolo Sammaritani, consigliere in Valle d'Aosta, Silvia Sardone, consigliera regionale lombarda e consigliera comunale a Milano, uscita da Forza Italia, Isabella Tovaglieri, vicesindaco di Busto Arsizio, Stefania Zambelli, Marco Zanni, già europarlamentare negli ultimi cinque anni.

MOVIMENTO 5 STELLE - Il Movimento 5 Stelle ha scelto capolista donne in tutte le circoscrizioni. Nel nord-ovest è Maria Angela Danzì, che vanta una lunga esperienza alla guida degli enti locali, ricoprendo tra l'altro il ruolo di segretario generale dei comuni di Genova e Novara e della Provincia di Varese e di direttore generale di Genova e Varese. Poi, Eugenio Casalino, ex consigliere regionale della Lombardia, Eleonora Evi e Tiziana Beghin, già eurodeputate M5S negli ultimi cinque anni, Silvia Malivindi, consigliere comunale a Ventimiglia, Christian Di Feo, consigliere comunale di Crema, Paola Macchi, consigliera regionale lombarda, Marcella Gilardoni, Andrea Togno, ex manager di multinazionali europee. Gli altri candidati sono Giuseppe Mastruzzo, Daniele Tromboni, Paola Pizzighini, Alessandro Di Pierro, Marco Mesmaeker, Andrea Palumbo, Simona Barello, Nicola Clerici, Maria Cristina Migliore, Monica Ferraris, Piero Puozzo.

PARTITO DEMOCRATICO - Il Partito Democratico ha scelto come capolista nel Nord-Ovest Giuliano Pisapia, sindaco di Milano dal 2011 al 2016, già deputato dal 1996 al 2006. Gli altri candidati dem sono Irene Tinagli, eletta deputata con Scelta civica e poi passata al Pd nel 2015, Enrico Morando, viceministro all'economia nel governo Renzi e nel governo Gentiloni, Patrizia Toia, deputata europea dal 2004, Brando Benifei, al Parlamento europeo dal 2014, Mercedes Bresso, ex presidente della Regione Piemonte, Caterina Avanza, ex collaboratrice di En Marche, il partito del presidente francese Emmanuel Macron, Giuliano Faccani, primario del Cto di Torino, Monica Bersanetti, Pietro Graglia, Ivana Borsotto, Pierfrancesco Majorino, assessore al Welfare del Comune di Milano ed ex candidato alle primarie dem del 2016, Edda Crosa, ex direttrice generale Confindustria Valle d'Aosta, Luigi Morgano, già europarlamentare dem, Anna Mastromarino, ricercatrice all'Università di Torino, Pierluigi Mottinelli, ex presidente della provincia di Brescia, Angela Radicchi, ricercatrice genovese, Carmine Pacente, Ernestina Signoroni Lomi, Daniele Viotti, anche lui già parlamentare europeo.

FORZA ITALIA - Forza Italia ha come capolista Silvio Berlusconi. Al secondo posto in lista c'è Lara Comi, vicepresidente del Partito popolare europeo ed eurodeputata dal 2009.  Massimiliano Salini, ex presidente della Provincia di Cremona e deputato uscente al Parlamento europeo, Giusy Versace, conosciuta anche come atleta parolimpica e conduttrice televisiva, Anna Lisa Baroni, eletta deputata nel 2018 così come la collega Daniela Ruffino, Amir Atrous figlio di immigrati tunisini, Salvatore Barbagallo, Damiano Bormolini, Cinzia Maria Bosso, Benedetta Gaia Cosmi, giornalista e saggista, Elisabetta Fatuzzo, ex consigliera regionale lombarda, Francesco Graglia, Massimiliano Grimaldi, Matteo Motta, Roberta Paparatto, Mauro Parolini, Maria Rosa Assunta Porta, Claudia Toso. Rimane in lista Pietro Tararella, l'ex consigliere comunale milanese arrestato la scorsa settimana nell'ambito di un'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Milano.

FRATELLI D'ITALIA - Capolista di Fratelli d'Italia è in tutte le circoscrizioni la presidente Giorgia Meloni. In lista con lei ci sono Francesco Alberoni, docente, saggista, scrittore, ex vicepresidente della Rai, Giovanni Berrino, assessore regionale ligure al turismo, lavoro e trasporti, Fabrizio Bertot, eletto parlamentare europeo dal 2014 con Forza Italia, Ubaldo Emilio Borchi, Marina Chiarelli, assessore a Novara, Novella Ferrini, Carlo Fidanza, deputato in carica e già europarlamentare dal 2009 al 2014, l'imprenditore lecchese Pietro Fiocchi, Daniela Garnero Santanché, ex deputata e senatrice, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio del governo Berlusconi. Gli altri candidati sono Agostino Ghiglia, Rosaria Lombardi, Stefano Maullu, Nicoletta Molinari, Federica Picchi, Mafalda Poli, Paola Renata Radaelli, Giuseppe Romele, Roberto Rosso, Maurizia Rota.

POPOLARI PER L'ITALIA - Popolari per l'Italia schiera come capolista Alessandra Ferrara, assessore del comune di Rapallo, seguita da Piero Pirovano, esponente del movimento per la Vita. Poi, Giorgio Agnellini, Paola Evangelisti; Giuseppe Prete; Addolorata Longo e Noemi Riccardi. Poi, Maurizio Carlo Giuseppe Imbimbo, Emanuela Peter, Fabrizio Scaravella, Sonia Vicino, Luca Damian, Maria Leone, Gianmario Luigi Ferramonti; Delia Milanesio, Markus Johannes Krienke, Enrico Maria Tacchi.

+EUROPA - La lista +Europa sarà guidata dal segretario nazionale, il valtellinese Benedetto Della Vedova. Al secondo posto in lista Silvja Manzi, radicale, tesoriera del movimento. In lista anche il milanese Marco Marazzi e le milanesi Paola Testori, ex direttore generale Salute della Ue, e Martina Riva, già nell'assemblea di Più Europa. Poi, Paola Letizia Coggi, Giulia Pastorella, Gabriele Molinari, Dino Guido Rinoldi, Cristina Bagnoli, Maurizia Bertoncino, Igor Boni, Bara Inoussa, Elena Marcellino, Alessandra Micalizzi, Stefano Morcelli, Lia Orfei, Mirko Paulon, Daniela Poggio, Marco De Andreis, Lorenzo Tosa, 

PARTITO COMUNISTA - Per il Partito Comunista, capolista Marco Rizzo. Seguono Laura Bergamini, Guido Ricci, Giovanni Bastone, Lorenzo Lang, Silvia Stefani, Gergious Apostolou, Rosa De Matteis, Ciro Massimo Argentino, Eleonora D'Antoni, Luca Ricaldone, Ingrid Sattel, AngelO davoli, Laura Biancini, Graziano Gullotta, Lucia Firmani, GiovannI barbieri, Maria Eugenia Scaramozzino, Canzo Giuseppe Visentin e Daniela Giannini.

POPOLO DELLA FAMIGLIALista anche per il Popolo della Famiglia-Alternativa Popolare, il cui è capolista è Paolo Alli, ex sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia e candidato lo scorso anno dal centrosinistra nel collegio senatoriale di Mantova. Seguono Gabriella D’Amato, Giancarlo Archetti, Silvia Camilla Avagnina, Marco Ghirardello, Cristina Laganà, Luca Avagnina, Emanuela Pongiluppi Eleuteri, Maurizio Berger, Giuliana Ghione, Marko Rus, Sandra Margaretta Anna Bonanni, Giovanni Grasso, Stefania Parma, Salvatore Angelo Pintus, Mara Festa, Roberto Frecentese, Margherita Ruffino.

PARTITO PIRATA - Ha presentato la lista anche il 'Partito pirata', e capolista è Luigi Di Liberto responsabile di Tnt Village, 'piattaforma di scambio etico'. Seguono Cristina Diana Bargu,  Alessandro Ciofini, Monica Amici, Paul Stephen Borile, Sara Bonanno, Fabio Aaron Brancotti, Stefania Calcagno, Luigi Gubello, Valentina Piattelli, Marco Ciurcina, Maria Chiara Pievatolo, Carlo Piana, Rosaria Talarico e Marco Anselmo Luca Calamari.

EUROPA VERDE - Per Europa Verde, capolista Elena Eva Maria Grandi. Seguono Elena Eva Maria Grandi, Domenico Finiguerra, Francesca Druett, Antonio Caput, Silvia Parod, Maurizio Parodi, Dario Balotta, Ilaria Barbonetti, Pippo Civati, Martina Comparelli, Paolo Crosignani, Veronica Dini, Enrico Fedrighini, Antonio Limardi, Marco Moro,Tiziana Mossa, Maria Silvia,Angela Concetta Pettinicchio, Paolo Pinzuti, Benedetta Rinaldi e Chiara Rossini,

LA SINISTRA - Con La Sinistra, guidata da Eleonora Cirant, attivista di 'Nonunadimeno'», il movimento femminista noto per aver condotto, col suo collettivo milanese, il blitz ai giardini di via Palestro, imbrattando la statua di Indro Montanelli. In lista i milanesi Massimo Amato, Luca Massironi, Rahel Sereke e Cristina Cattafesta.

DESTRE UNITE - Per Destre Unite, capolista Simone Di Stefano, 

FORZA NUOVA - Per Forza Nuova, capolista Roberto Fiore. Seguono Roberta Perrone, Dulio Canu, Angela Verdicchio, Salvatore Ferrara, Perla Polezzo, Stefano Rosario Saija, Francesc Frigerio, Caludio Negrini, carmela Cortese, Vincenzo santangelo, Francesca Morucchio, Andrea Moretti e Antonella Bottarelli. 

PARTITO ANIMALISTA - Per il Partito Animalista, capolista Cristiano Ceriello. Seguonno Isabella Campanam Alberto Musacchio, Anna Tonia Ravicini, Daniela Rinaldini, Annunziata Bruno, Alberto Montoro e Luisantonio Zanin.

AUTONOMIE PER L'EUROPA - Per Autonomie per l'Europa, Marco Gheller. Seguono Isa Maggi e Giacomo Lombardo.