Strade sicure tra telecamere e autovelox

Il Comune di Borgo San Siro potenzia la sicurezza stradale con tre nuove telecamere e interventi di decoro urbano. Il finanziamento permette anche l'installazione di un autovelox fisso, suscitando dibattito tra maggioranza e opposizione.

Strade sicure tra telecamere e autovelox

Il Comune di Borgo San Siro potenzia la sicurezza stradale con tre nuove telecamere e interventi di decoro urbano. Il finanziamento permette anche l'installazione di un autovelox fisso, suscitando dibattito tra maggioranza e opposizione.

Una sempre maggiore attenzione alla sicurezza di tutti gli utenti della strada. Con questo obiettivo il Comune di Borgo San Siro potrà sfruttare un finanziamento da destinare all’acquisto di tre nuove telecamere. Il paese fa parte del distretto del commercio “Terre di Lomellina“ di cui è capofila Garlasco, che comprende altri cinque centri limitrofi e che ha erogato un contributo di poco meno di 15mila euro per la sicurezza. L’Amministrazione guidata ormai da due mandati dal sindaco Antonio Ballottin (nella foto), potrà usufruire di un contributo di 5.900 euro per l’acquisto di tre telecamere ad alta definizione e di ultima generazione: una avrà la possibilità di identificare anche le targhe dei veicoli in transito per accertare che non siano oggetto di segnalazioni e che abbiano assicurazione e revisione in regola, mentre le altre due serviranno per la videosorveglianza in paese. È così possibile ampliare la rete pubblica di videosorveglianza estendendola ad altri punti sensibili del territorio comunale, consentendo un migliore monitoraggio.

La restante parte dello stanziamento verrà invece destinata al decoro urbano con la sistemazione delle aiuole vicine al Palazzo comunale. In particolare verrà steso un tappeto di erba sintetica che, oltre a una migliore immagine, consentirà di ottenere sensibili risparmi sui costi di manutenzione e quanto a consumo d’acqua. In tema di sicurezza stradale da un paio di settimane è stato attivato un autovelox fisso nel tratto che collega Borgo San Siro a Garlasco, già oggetto di polemica tra la maggioranza che lo vede come un intervento a tutela dei cittadini e l’opposizione che, al contrario, lo legge come una mossa per fare cassa.

U.Z.