Dieci arresti (per nove stranieri e un italiano) hanno messo fine a un traffico internazionale di droga tra Pakistan e Italia: sono stati messi a segno dalla polizia di Terni, in Umbria, ma uno degli arrestati è stato rintracciato nel corso della mattinata a Voghera da personale del commissariato di polizia e della Squadra Mobile di Pavia.

Gli arrestati dell’operazione “All Park” avevano costituto un’associazione criminale che importava la droga dall’estero, lavorandola e cedendola a terzi per rifornire il mercato umbro e alcune aree della Toscana. La base logistica dell’attività illecita era un money-transfer. Dieci le ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Gip di Perugia, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di altrettanti indagati: 6 pakistani, 2 tunisini, 1 nigeriano e 1 italiano. L’eroina, in alcune occasioni, veniva trasportata come fosse plastica o gomma per il rivestimento delle valigie, tanto da assicurare un perfetto occultamento.