Lo scalo rovinato dagli incivili: "Più rispetto per la nostra stazione"

Oggi l’inaugurazione della struttura riqualificata con i contributi delle famiglie. Il sindaco: aiutateci a tutelarla

Lo scalo rovinato dagli incivili: "Più rispetto per la nostra stazione"

Gli amministratori locali con in testa il sindaco Fabio Zucca ieri pomeriggio davanti alla stazione (Torres)

Quadri con la Belgioioso del ‘700 appesi alle pareti ad accogliere viaggiatori della Pavia-Codogno e un gigantesco tricolore a “sorvegliare“. Dopo i lavori di ristrutturazione resi necessari a causa degli atti vandalici compiuti da un gruppo di coscritti ormai due anni e mezzo fa, nel settembre 2021, la stazione è pronta. Oggi alle 10,30 il sindaco Fabio Zucca taglierà ufficialmente il nastro insieme agli assessori Marco Bozzini (lavori pubblici), Paola Cristiani (cultura) e al consigliere di minoranza Gianluca Bozzini. Tutti insieme nella speranza che non debbano più essere effettuati ripristini. "Ne ho fatti decine a Belgioioso – ha detto sindaco Fabio Zucca –. Per mantenere un bene pubblico ci vuole educazione e la collaborazione di tutti i cittadini". Quella che è mancata per i danni alla stazione. Al termine di una serata decisamente sopra le righe, infatti, visionando le registrazioni effettuate dagli impianti di videosorveglianza è stato possibile risalire agli autori della devastazione e degli imbrattamenti. "Alcuni ragazzi sono venuti in Comune a scusarsi – ha detto il primo cittadino – e avevamo stabilito che avrebbero pagato i danni senza nessuna conseguenza penale. Quando però abbiamo presentato il conto si sono tirati indietro e siamo stati costretti ad andare in causa". Il giudice penale ha ritenuto troppo lieve la pena, mentre in sede civile gli avvocati si sono accordati per una transazione. Ammontano a 20mila euro i danni complessivi.

"Se le famiglie avessero pagato subito – ha proseguito Zucca – avrebbero dovuto corrispondere 2.700 euro a testa, hanno invece voluto resistere e hanno dovuto aggiungere anche l’onorario degli avvocati arrivando a 4mila più i danni con un messaggio educativo completamente vanificato". Accanto a quaesti lavori, il Comune ha pagato i danni causati da un nullatenente di Casalpusterlengo che ha distrutto il controsoffitto a pannelli e ha aggiunto altri soldi per risistemare le banchine e il parcheggio posto a 200 metri che serve anche i negozi della zona. Inoltre è stato potenziata la videosorveglianza. "Per il futuro confidiamo nell’educazione dei singoli" ha concluso Zucca.