MANUELA MARZIANI
Cronaca

La salute del Ticino dopo la siccità Festa e Tavolo di lavoro sul fiume

Presentato il cartellone della tradizionale kermesse. E giovedì il summit invocato dalle remiere

La salute del Ticino dopo la siccità  Festa e Tavolo di lavoro sul fiume

La salute del Ticino dopo la siccità Festa e Tavolo di lavoro sul fiume

di Manuela Marziani

Prima la siccità che ha ridotto il Ticino a un rigagnolo, poi le difficoltà per la navigazione a causa delle ramaglie che si erano accumulate, quindi le sponde ammalorate. Sono diversi i problemi che vive il Ticino. Da oltre un anno le associazioni remiere attraverso lettere e manifestazioni hanno chiesto all’Amministrazione comunale di mettere attorno a un tavolo tutti gli enti che hanno una competenza sul corso d’acqua. Finalmente il primo cittadino ha convocato il Tavolo di lavoro (ancora senza un ordine del giorno) che si terrà giovedì alle 16,30 per avviare la discussione sulla valorizzazione e vivibilità del fiume. Uno dei problemi riscontrati riguarda la “convivenza“ tra chi vuole navigare il Ticino e chi partecipa alle diverse manifestazioni.

E proprio ieri è stato presentato il cartellone della Festa del Ticino con mostre, concerti, mercatini, la Notte bianca e i fuochi d’artificio. "Una bella occasione – ha sottolineato il sindaco Fabrizio Fracassi – per promuovere il nostro territorio e i tanti talenti locali attraverso proposte diversificate". Tra le iniziative culturali merita una particolare segnalazione “Pavia in Luce“, mostra fotografica allo Spazio Arti Contemporanee del Broletto con oltre cento immagini storiche sulla città scattate dallo studio Trentani dai primi del Novecento a oggi. Venerdì 8 settembre nel cortile del castello visconteo si terrà il “Memorial Albert One“, una serata per ricordare il produttore, cantante e dj pavese Alberto Carpani, in arte Albert One, scomparso nel 2020. Dal 7 al 10 settembre in viale Matteotti si svolgerà l’ormai consueto Mercato europeo e sabato 9 sul ponte coperto il mercato della Notte bianca con dj set e tanta musica in diverse piazze della città. Il clou della manifestazione, però, sarà domenica con esposizione di auto sportive d’epoca, bancarelle, il palio dei rioni storici sul fiume, il tango in cupola e il gran finale pirotecnico.

"La Festa del Ticino è ormai una tradizione per la nostra città e questa Amministrazione si è impegnata, di anno in anno, a rendere questo appuntamento un’occasione eccezionale di animazione commerciale e turistica ma anche di promozione dell’artigianato hobbistico, della sostenibilità ambientale, degli sport e di tutto il tessuto sociale pavese – ha detto l’assessore al Commercio e al Turismo Roberta Marcone – L’obiettivo è quello di creare momenti di attrattività per la città, per il centro storico e per il nostro fiume".