Covid, la variante Arturo isolata a Pavia: nuovi sintomi e bambini più a rischio

Individuata per la prima volta in Italia (al San Matteo) la variante di Omicron che minaccia l’India: cosa sappiamo finora

Isolata anche in Italia la variante Arturo che sta minacciando l'India

epa10568091 A paramedic writes the name of a patient as he conducts a COVID-19 test in Srinagar, the summer capital of Indian Kashmir, 11 April 2023. India on 10 April began a two-day nationwide mock drill to assess the preparedness of hospitals in both public and private facilities amid rising Covid-19 cases. The country reported 5,676 new coronavirus cases and 21 related deaths in the last 24 hours, according to Health Ministry data released on 11 April. EPA/FAROOQ KHAN

Identificata per la prima volta in Italia la variante Covid XBB.1.16, denominata più semplicemente Arturo. La scoperta è stata fatta dall’equipe del proofessor Fausto Baldanti, direttore dell'Unità di Microbiologia e Virologia del IRCCS San Matteo di Pavia.

A Pavia

"Al momento non sono presenti notizie di altre identificazioni di Arturo a livello italiano", conferma Guido Bertolaso, assessore regionale al Welfare. "Abbiamo prontamente avvisato il ministero della Salute e i nostri laboratori sono in continuo contatto con l'Istituto superiore di Sanità, con i quali collaborano alla sorveglianza nazionale". "La variante Arturo – spiega Baldanti – è stata identificata attraverso lo screening attivo in ospedale, che include sia pazienti ricoverati sia i pazienti che accedono al Pronto soccorso".

Le caratteristiche

"Il Centro Europeo per il controllo delle Malattie Infettive (Ecdc), nel report del 23 marzo, non ha ancora associato la variante a caratteristiche di maggior impatto nè sulla gravità nè sulla capacità' di infettare", aggiunge il virologo, "al momento stiamo valutando attentamente la situazione".

Misure

Arturo è dunque una delle 600 varianti di Omicron scoperte nel mondo. "Per questa nuova variante - conclude l'assessore Bertolaso - non sono presenti evidenze per prevedere misure aggiuntive: rimane sempre importante come prevenzione, non solo per il covid, ma per tutti i virus respiratori, una corretta igiene delle mani e l'utilizzo di mascherine in presenza di persone fragili/malate e quando si hanno i sintomi dell'influenza".

Diffusione

Arturo è stata isolata in 22 paesi, secondo l’Oms, ed è diventata dominante in India, dove ha fatto aumentare in maniera esponenziale i contagi negli ultimi giorni, tanto da porre in stato di allerta gli ospedali e ripristinare l’obbligo di alcune misure preventive. 

Sintomi e soggetti a rischio

Il sintomo peculiare della variante XBB.1.16, oltre a quelli classici del Covid, è il fastidio agli occhi: bruciore e prurito, proprio come nel caso di congiuntivite. Dunque, detta in termini spiccioli, è per la prima volta l’occhio il bersaglio “preferito” di una variante Covid. Stando a queste prime evidenze, i soggetti più colpiti sarebbero i bambini.

Cresce il tasso di positività

Cresce intanto il tasso di positività per Covid-19 in Italia nell'ultima settimana: si attesta al 6,9%, 1,7 punti percentuali in più rispetto alla settimana precedente (5,2%). E' quanto emerge dal bollettino settimanale del ministero della Salute, relativo al periodo 7-13 aprile, che fotografa l'andamento della situazione epidemiologica da Covid-19 nel Paese. In calo i test eseguiti in 7 giorni: il bollettino riporta un totale di 316.436 tamponi, pari al 18,6% in meno rispetto alla settimana precedente (388.766).