MANUELA MARZIANI
Cronaca

In 300 al casting di “Belcanto”: "Dall’ufficio al set, cambio vita". Caccia a un posto nella serie del regista di “Mare Fuori”

La nuova produzione porta la firma di Carmine Elia. Da chi ha chiesto il permesso sul lavoro a chi studia recitazione: "Non potevamo non esserci"

Serena, Elisabetta e Sara tra i 300 in fila per un ruolo in "Belcanto"

Serena, Elisabetta e Sara tra i 300 in fila per un ruolo in "Belcanto"

Pavia – L’Opera come arma di riscossa dall’oppressione di un marito violento, ma anche dalla povertà. “Belcanto“, la nuova serie in otto episodi da 50’, diretta dal regista di “Mare fuori“, Carmine Elia, racconta la storia di tre donne che nell’Ottocento lasciano la loro città, Napoli, per scalare il mondo dello star system e arrivare fino al Teatro alla Scala di Milano inseguendo un sogno. Lo stesso che hanno provato ad agguantare le comparse accorse ieri nell’aula del 400 dell’Università per partecipare ai casting dell’agenzia Wearecik che cercava comparse da impiegare nella serie.

L’ora delle audizioni
L’ora delle audizioni

Appena si è aperto il portone dell’edificio di piazza Leonardo da Vinci già un centinaio di persone erano in fila, triplicate alla fine casting, alle 17,30. E tutte rispondevano alle richieste. La serie coprodotta da Rai Fiction-Lucky Red con Umedia, in partecipazione con Newen Connect e in collaborazione con UFunds, infatti, è in costume e di conseguenza si cercavano persone, sia uomini che donne, dai 18 ai 60 anni che avessero uno stile classico. Quindi, non potevano essere scelte donne con i capelli corti, colorati, tatuaggi in vista, ma neppure ritocchi estetici, rasature o sfumature. "Alcune persone sono passate nella paninoteca in cui lavoro – ha raccontato Chiara Schiavetta – e mi hanno detto che era in corso il casting. A me piacciono molto gli abiti dell’Ottocento, così ho deciso di partecipare anche se non ho l’ambizione di fare l’attrice. Io dipingo e sto organizzando una mostra".

All’ingresso a ogni aspirante comparsa veniva chiesto di compilare un foglio con i propri dati, quindi in fondo alla sala, Francesca Carannante e Mattia Reccia dell’agenzia fornivano un numero e poi chiamavano i candidati per il provino, che non prevedeva di recitare, ma si limitava allo scatto di alcune fotografie.

«Sono figlia di un mugnaio – ha aggiunto Elisabetta Ferrari con un sorriso – sarei una perfetta popolana. Mi candido a quel ruolo. L’altra sera ho visto l’annuncio del casting e appena sono arrivata in ufficio, ho chiesto un permesso e coinvolto anche le mie colleghe per partecipare. Lavoro in Università e amo il teatro, non potevo perdermi l’occasione".

Studia medicina a Genova, ma è tornata a Pavia per le vacanze Serena Taromboli: "Conosco il regista di Mare fuori, anche se non ho deciso di partecipare al casting per lui. Vorrei fare una nuova esperienza". Le riprese , già iniziate e partite da Napoli, città dalla quale le tre donne fuggono per liberarsi dall’oppressione del violento marito di Maria, Iginio (Antonio Gerardi), inseguendo il sogno di uno dei Teatri d’Opera più importanti d’Italia: il Teatro alla Scala. "I miei insegnanti del corso di teatro del Fraschini – ha sottolineato Sara Geroldi – mi hanno consigliato di partecipare al casting e sono venuta. È la mia prima esperienza, non ho mai partecipato a riprese televisive finora ho fatto solo teatro".

La musica dei grandi compositori che hanno fatto la storia, da Mozart a Bellini, da Donizetti a Rossini fino Verdi accompagneranno i protagonisti della serie tv. Nomi noti come la protagonista, Vittoria Puccini, che è rimasta nei cuori per la sua “Elisa di Rivombrosa“. Nella fiction, scritta da Mariano Di Nardo, Federico Fava, Antonio Manca e Andrea Valagussa, la Puccini porta sul piccolo schermo la storia di Maria che dedica tutta se stessa per far scoprire al mondo la primogenita Antonia (Caterina Ferioli), mentre sarà la voce di Carolina (Adriana Savarese) ad attirare l’attenzione del famoso maestro di canto Crescenzi (Vincenzo Ferrera). Aggraziata e dotata di una straordinaria voce la prima, selvatica e ribelle la seconda, le sorelle sono all’oscuro di un grande segreto della madre che si scoprirà puntata dopo puntata.

Nel cast anche Giacomo Giorgio, già specializzando di “Doc“ e Ciro Ricci in “Mare fuori“. Le tre donne impegnate a seguire i propri sogni e le proprie passioni, tradiranno, soffriranno, subiranno colpi bassi, affronteranno nemici spietati. Ameranno per scoprire che l’amore fa male, cadranno e si rimetteranno in piedi.