Sgomberato il centro sociale fuorilegge

MONZA Nuovo sgombero per il Foa Boccaccio dallo stabile abbandonato (e occupato il 25 nove...

Sgomberato il centro sociale fuorilegge
Sgomberato il centro sociale fuorilegge

Nuovo sgombero per il Foa Boccaccio dallo stabile abbandonato (e occupato il 25 novembre) in via Verità, nel quartiere San Biagio. Gli antagonisti avevano scelto una ex fabbrica dopo essere stati allontanati prima da via Timavo, dove erano rimasti diversi mesi tra le proteste dei residenti e poi da via Val D’Ossola. Un’occupazione durata pochi giorni prima dello sgombero, giustificato anche in questo caso dalla presenza pericolosa di amianto. Ieri mattina, dopo che la proprietà dello stabile ha presentato una perizia secondo cui nell’area ci sono alcune parti che potrebbero risultare poco stabili e mettere in pericolo la sicurezza delle persone, gli agenti di polizia sono arrivati in via Verità insieme ai vigili del fuoco. I poliziotti non hanno trovato nessuno all’interno della ex fabbrica, hanno accantonato all’esterno degli spazi, ripuliti dagli stessi ragazzi del Foa all’indomani dell’occupazione, i materiali e gli arredi lasciati dal Foa Boccaccio, accatastati in attesa che qualcuno li vada a ritirare. Poi hanno chiuso mettendo un lucchetto per restituire l’area al legittimo proprietario.

"Stanno sgomberando la nuova casa della Foa Boccaccio 003 in via Verità a Monza", hanno annunciato ieri mattina gli stessi antagonisti, invitando poi a scendere tutti in piazza al loro fianco sabato nel corteo da loro organizzato. È stata proprio l’ipotesi che sabato, al termine del corteo, i manifestanti potessero riunirsi nel nuovo stabile occupato in un numero cospicuo di persone, a preoccupare il questore Salvatore Barilaro, che invita gli antagonisti del Foa Boccaccio a prendere contatto con la Questura per avviare un dialogo costruttivo alla ricerca di un luogo idoneo dove possano restare.

S.T.