Polfer
Polfer

Como, 19 gennaio 2020 - Identificato e denunciato dalla Polfer lombarda con la collaborazione dei ferrovieri l'autore dell'aggressione alla capotreno, sabato, a Seregno,a bordo di un regionale di Trenord. Si tratta di un italiano pregiudicato noto per la sua indole violenta. 

Tutto è accaduto sul treno 25235 partito venerdì mattina da Como San Giovanni alle 9.48, la capotreno era appena entrata in un vagone per controllare i biglietti quando i passeggeri le hanno segnalato la presenza di un uomo che viaggiava sdraiato e aveva occupato addirittura quattro sedili. La giovane collega con educazione e fermezza gli ha chiesto di ricomporsi e di farle vedere il biglietto. L’uomo all’inizio non sembrava avere un atteggiamento ostile e l’ha assecondata rispondendo però di essere senza biglietto. A questo punto gli è stato chiesto di scendere alla stazione successiva, a Seregn». Nell’arco di pochi minuti si è consumata l’aggressione con il viaggiatore,  che quando ha visto i cartelli che annunciavano l’arrivo in stazione ha sorpreso alle spalle la capotreno sferrandole alcuni pugni sulle costole, non contento quando lei è caduta a terra l’ha anche presa a calci scendendo come nulla fosse quando le porte del treno si sono aperte e facendo perdere le sue tracce. 

Tutto è avvenuto sotto lo sguardo dei passeggeri che però se ne sono guardati bene dall’intervenire.  La giovane capotreno è stata soccorsa dagli agenti della Polfer e portata all’ospedale di Desio dove è stata dimessa con una prognosi di dieci giorni.