Rubano 18mila euro di profumi della loro ditta

Due operai egiziani arrestati a Cavenago per furto di profumi dall'azienda dove lavoravano. Refurtiva del valore di 18mila euro recuperata.

Rubano 18mila euro di profumi della loro ditta

Due operai egiziani arrestati a Cavenago per furto di profumi dall'azienda dove lavoravano. Refurtiva del valore di 18mila euro recuperata.

I carabinieri della Stazione di Agrate Brianza hanno arrestato due egiziani 24enni, incensurati e in regola con il permesso di soggiorno, ritenuti responsabili del furto di numerose confezioni di profumo sottratte all’impresa di cui sono dipendenti. L’attività di polizia giudiziaria è scaturita dalla segnalazione dei titolari di una società di Cavenago, attiva nella produzione e distribuzione di profumi per conto di noti marchi presenti sul mercato internazionale. Troppe sparizioni anomale di prodotti, nell’ultimo periodo. I militari, nel corso di un mirato servizio all’interno dell’azienda, hanno effettuato un’attività di osservazione e individuato due operai che, dopo aver terminato il proprio turno di lavoro, si stavano allontanando con due zaini visibilmente pieni e pesanti. A questo punto, il personale appostato all’esterno del capannone ha pedinato i due sospettati, per poi fermarli. Nella disponibilità dei due dipendenti sono stati rinvenuti i due zaini contenenti complessivamente 62 confezioni di profumi ancora sigillate, per un valore di mercato di circa 6mila euro. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire decine di altre confezioni. L’intera refurtiva (nella foto), del valore complessivo di circa 18mila euro, è stata riconosciuta dai titolari della ditta ed è stata loro restituita. I due operai egiziani sono stati arrestati per furto aggravato della merce rinvenuta negli zaini e sono stati denunciati per ricettazione per i profumi trovati nell’appartamento. Il giudice ha convalidato l’arresto, disponendo a carico di entrambi l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Ale.Cri.