E' stata la Polizia riconsegnare il ricco portafoglio al suo proprietario
E' stata la Polizia riconsegnare il ricco portafoglio al suo proprietario

Monza, 12 gennaio 2019 - Un portafoglio  così “gonfio” certo non si sarebbero mai aspettati di trovarlo. Lo aveva appena perduto un cliente del supemercato e una donna, con grande onestà, lo aveva consegnato alla cassiera. Senza neppure guardarci dentro, forse.  E senza quindi neppure immaginare che al suo interno c’era la bellezza di trentacinquemila euro in contanti.

L’incredibile episodio è accaduto l’altro giorno. Siamo al supermercato Unes di via Marsala, a due passi dalla sede della polizia locale e del Commissariato. Sono le 20 e un cliente dopo aver fatto la spesa esce e va a casa. Senza accorgersi però di aver appena perduto il portafoglio. Lo vede un’altra cliente, una 50enne, che lo raccoglie e lo porta subito, senza tentennamenti, alla cassiera del supermercato. Che a sua volta lo consegna al direttore dell’esercizio commerciale. È lui a rendersi probabilmente conto per primo di cosa si trova per le mani. Onestamente, chiama la polizia e consegna tutto alle forze dell’ordine.

Starà a loro a quel punto rintracciare, documenti alla mano conservati nel portafogli, il legittimo proprietario del malloppo. E a chiedersi magari perché una persona girasse con tutti quei soldi pericolosamente in tasca. E allora si scopre che il legittimo proprietario, un piccolo imprenditore sulla quarantina d’anni, aveva messo nel portafogli tutti quei soldi... per prudenza. Pare infatti che avesse timore che qualcuno potesse commettere un furto nella sua nuova casa, una villetta isolata dove si era appena trasferito. E dove erano ancora in corso i lavori per farla “blindare”, montare sistema di allarme e inferriate alle finestre. Nel frattempo - si era chieso l’imprenditore - dove mettere tutti i risparmi di una vita? "Li terrò in tasca in un portafogli" pensa. Senza rendersi però conto che proprio la sua prudenza era pronta a ritorcerglisi contro. E che soltanto la fortuna e soprattutto l’onestà di una cliente del suo stesso supermercato ha impedito che potesse smarrire il frutto dei propri sacrifici. Precisazione quasi pleonastica: la somma trovata nel portafogli era esattamente quella dichiarata dal suo proprietario. Insomma, nessuno si era fatto prendere dalla tentazione di alleggerirla. Pare che l’uomo, rintracciato dopo un’ora dagli agenti, abbia accolto in lacrime i poliziotti che gli riportavano i soldi, convinto com’era che gli fossero stati appena rubati mentre faceva la spesa.