Rapinati dalla baby gang. I carabinieri ne arrestano due. Caccia aperta al complice

In manette un sedicenne e un amico appena maggiorenne di origine nordafricana. Avevano aggredito, picchiato e derubato tre giovanissimi razziando soldi e vestiti.

Rapinati dalla baby gang. I carabinieri ne arrestano due. Caccia aperta al complice

Rapinati dalla baby gang. I carabinieri ne arrestano due. Caccia aperta al complice

Baby gang in azione, con altri ragazzi nel mirino, costretti a “spogliarsi” dei propri averi. Nella serata di mercoledì 27 marzo, a Renate, i carabinieri della Stazione di Besana Brianza hanno arrestato in flagranza due giovani, uno appena maggiorenne e l’altro di 16 anni, rispettivamente di origine egiziana e marocchina, ritenuti responsabili della rapina aggravata consumata poco prima ai danni di due 17ettenni residenti nell’alta Brianza. L’intervento è avvenuto su richiesta delle vittime alla centrale operativa di Seregno. I militari hanno raccolto le parole dei due aggrediti, i quali hanno riferito che poco prima erano stati accerchiati, minacciati e picchiati da tre ragazzi sconosciuti, i quali li avevano costretti a consegnare un borsello, due cappellini e soldi. In base alla descrizione, poco distante, presso la stazione ferroviaria di Renate, una delle pattuglie ha riconosciuto due dei tre aggressori, uno dei quali aveva ancora con sé la refurtiva. Il maggiorenne egiziano ha tentato di sottrarsi all’arresto sferrando un pugno a uno dei militari e scavalcando la recinzione di un’abitazione per darsi alla fuga. I carabinieri, tuttavia, sono riusciti a immobilizzarlo con il supporto di un equipaggio della Sezione Radiomobile di Seregno.

I due nordafricani, condotti in caserma, sono stati arrestati per rapina aggravata. Sono stati portati uno in carcere a Monza e l’altro al Beccaria di Milano. Ulteriori accertamenti in corso per cercare di individuare il terzo componente della gang e su eventuali altre azioni simili da parte dello stesso gruppo.