Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
27 lug 2022
27 lug 2022

Per i due cedri abbattuti verrà piantato un boschetto

Non solo opere stradali in via Bosisio-Prampolini. Il progetto prevede l’arrivo. di 121 nuove essenze

27 lug 2022
Il cantiere viabilistico di via Prampolini risarcirà i residenti del verde perduto
Il cantiere viabilistico di via Prampolini risarcirà i residenti del verde perduto
Il cantiere viabilistico di via Prampolini risarcirà i residenti del verde perduto
Il cantiere viabilistico di via Prampolini risarcirà i residenti del verde perduto
Il cantiere viabilistico di via Prampolini risarcirà i residenti del verde perduto
Il cantiere viabilistico di via Prampolini risarcirà i residenti del verde perduto

La nuova viabilità sacrifica due cedri, ma risarcisce il quartiere con un nuovo boschetto.

Le squadre di operai del cantiere tra via BosisioPrampolini e via Gallarana per la realizzazione di una nuova strada hanno dovuto abbattere i due alberi innescando preoccupazioni e polemiche tra i residenti della zona, ma il progetto prevede una importante compensazione del patrimonio arboreo: 121 essenze, tra pioppi, tigli, olmi, faggi, platani, acacie e aceri, saranno piantumate nell’intera area oltre a un ippocastano che arrederà la rotonda. L’intervento prevede la realizzazione di un nuovo tratto stradale di collegamento di circa 200 metri, tra via Bosisio, dove è in corso di definizione una rotatoria di innesto per la nuova viabilità, e via Gallarana: accanto alla nuova strada è prevista un’area parcheggio con 77 posti auto (di cui 4 riservati ai disabili) e 6 per le moto. Dalla strada si potrà accedere alla nuova area verde della Gallarana piantumata, dove sono in fase di realizzazione anche un chiosco e un’area giochi per bambini. "Vigileremo affinché i lavori già iniziati a novembre vengano completati secondo quanto previsto – assicura l’assessora all’Ambiente Giada Turato –. Se necessario illustreremo il progetto ai residenti, ascoltando le loro preoccupazioni e confermando attenzione perché gli interventi di compensazione ambientale siano realizzati con la massima cura".

Marco Galvani

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?