Riecco i No vax: a Monza insulti e vernice rossa contro la sede del Pd

Nel mirino l’ex ministra e senatrice Beatrice Lorenzin. La replica dei democratici: “Condanniamo questa azione violenta”

Vandalismo no vax contro la sede del Pd

Vandalismo no vax contro la sede del Pd

Monza – Un’altra scritta no vax, ancora una volta i vandali colpiscono in Brianza. Vernice rossa, insulti, il simbolo del partito cancellato, l’inconfondibile “W”. Dopo Besana in Brianza e Busnago, questa volta è toccato a Monza, alla sede della Federazione provinciale del Partito democratico, in via Arosio, accanto alla stazione ferroviaria.

È accaduto questa notte, gli attivisti del Pd se ne sono accorti stamani trovando al loro arrivo in sede insulti infamanti verso una senatrice del partito, l’ex ministra alla Salute e senatrice Pd, Beatrice Lorezin. “Come Partito Democratico di Monza Brianza condanniamo questa azione violenta, riaffermando che siamo e saremo sempre dalla parte della scienza e della medicina, fondate su ricerca e studio e portate avanti da professionisti competenti che si dedicano quotidianamente alla cura di ogni persona” la nota diramata da dirigenti, rappresentanti nelle istituzioni e tutti i membri della comunità del Pd. Che aggiungono: “Davanti a questa provocazione desideriamo ribadire con forza che le nostre idee e le nostre iniziative politiche mettono al centro la sicurezza e la salute dei cittadini. Nel gravissimo periodo pandemico che ci ha colpito, tutti gli operatori sanitari hanno lavorato instancabilmente e salvato vite anche con l’ausilio dei vaccini la cui efficacia è stata dimostrata dall’evidenza dei fatti”. Oltre a sporgere denuncia alle autorità competenti “contro questo vile gesto, ribadiamo come non si può scherzare sulla salute e sulla vita delle persone” concludono.