ALESSANDRO CRISAFULLI
Cronaca

Morte e paura Salma, schiacciata da un albero mentre va al lavoro

Mamma di 58 anni stava camminando in via Braille a Lissone. La pianta è crollata sul marciapiede senza lasciarle scampo.

Morte e paura  Salma, schiacciata  da un albero   mentre va al lavoro

Morte e paura Salma, schiacciata da un albero mentre va al lavoro

di Alessandro Crisafulli

e Fabio Luongo

Tragedia a Lissone a causa del maltempo. Ieri pomeriggio una donna marocchina di 58 anni è stata investita da un grosso albero, che è crollato e l’ha colpita in pieno mentre camminava sulla strada. Senza lasciarle scampo. È successo in via Braille di Lissone. Poco prima delle 16, quando il peggio sembrava essere passato, l’albero ha improvvisamente ceduto, distruggendo il marciapiede e colpendo Salma H. mentre a piedi stava raggiungendo la ditta siderurgica dove lavorava. Sposata, un figlio, non è riuscita a evitare l’impatto. I primi testimoni hanno allertato i soccorsi. Sul posto si sono precipitati vari mezzi, tra ambulanze, vigili del fuoco e carabinieri.

I soccorritori hanno provato in ogni modo a liberare prima possibile la signora dal pesante tronco e a rianimarla, ma è stato tutto vano. Una tragedia che ha funestato una giornata già drammatica, in città, come in tutta la Brianza, sconvolta dalla nuova tempesta di acqua, ghiaccio e raffiche di vento. Anche qui, non solo alberi crollati, ma cartelli, recinzioni, sottopassi e interi quartieri trasformati in lagune. Una escalation che ha spinto la sindaca Laura Borella a scrivere una sorta di lettera aperta ai suoi cittadini, garantendo il massimo impegno e chiedendo prudenza: "In queste ultime ore il maltempo ha causato gravi danni sul nostro territorio – ha detto –. Voglio assicurarvi che ci stiamo adoperando per fornire il supporto e l’aiuto necessari: i vigili del fuoco e la polizia locale stanno lavorando senza sosta per garantire la nostra sicurezza e assistenza in caso di necessità, così come i dipendenti del Comune e le aziende incaricate per le manutenzioni. Ogni risorsa disponibile è stata messa in campo per ripristinare la normalità nella nostra città il prima possibile". Poi, un pensiero per la donna vittima dell’incidente: "Purtroppo, con profondo dolore, dobbiamo registrare questa tragedia. È un duro colpo per la nostra comunità e ci uniamo tutti nel cordoglio per la sua famiglia e i suoi cari con cui sto cercando di mettermi in contatto. Vista la situazione, quindi, chiedo a tutti di essere prudenti e di evitare di andare nei parchi pubblici".