Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
4 feb 2022

Morte del tassista eroe, niente messa in prova

Per il responsabile dell’incidente la richiesta è invece che il servizio sia specifico per rieducarlo a comportamenti corretti alla guida

4 feb 2022
stefania totaro
Cronaca

di Stefania Totaro Niente messa alla prova a lavori socialmente utili, che sospende il processo ed estingue i reati contestati se portata a termine positivamente, per l’imputato della morte del tassista eroe Eugenio Fumagalli. Per il responsabile dell’incidente iniziale che ha coinvolto una coppia di ragazzi, la richiesta è invece che il servizio gratuito per la messa alla prova sia specifico per rieducarlo a comportamenti corretti alla guida sulla strada. Lo ha deciso ieri la gup del Tribunale di Monza Silvia Pansini per la vicenda giudiziaria con al centro l’albiatese che la notte del 12 gennaio 2019 ha perso la vita per aiutare una coppia di fidanzati coinvolti in un incidente stradale sulla Milano-Meda all’altezza di Cesano Maderno, venendo colpito dalla loro auto nuovamente tamponata e sbalzato a una quarantina di metri di distanza. Alla sbarra, su richiesta di rinvio a giudizio firmata dal pm monzese Alessandro Pepè, titolare delle indagini sulla tragica vicenda, due dei tre automobilisti inizialmente indagati. Di lesioni colpose, guida in stato di ebbrezza, fuga e omissione di soccorso nei confronti del conducente della 600 e della ragazza trasportata è accusato Davide Provenzale, il 28enne di Lazzate che, alla guida di una Audi A3, ha tamponato una Fiat 600 rossa con a bordo una coppia di fidanzati brianzoli, di ritorno da una serata tra amici. Ed è fuggito senza prestare soccorso, subito individuato dalla polizia stradale di Seregno e messo agli arresti domiciliari dopo che è risultato positivo all’alcoltest. Per la terza volta in otto anni di patente di guida. Il pm aveva chiesto il carcere per il pirata della strada all’udienza di convalida del fermo, ritenendolo responsabile anche di concorso nell’omicidio stradale del tassista eroe. Invece il giudice aveva convalidato soltanto il fermo per omissione di soccorso, confermando gli arresti domiciliari. "Non esiste una diretta connessione ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?