Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
17 gen 2022

Metropolitana a Monza, la linea lilla rallenta: un altro anno di ritardo

Slitta ancora il progetto per il prolungamento della M5, atteso per fine 2021. La nuova tabella prevede l’avvio dei lavori nel 2024 e l’inaugurazione nel 2030

17 gen 2022
martino agostoni
Cronaca
Nel primo semestre 2024 ci sarà l’apertura del maxicantiere a lotto unico
Nel primo semestre 2024 ci sarà l’apertura del maxicantiere a lotto unico
Nel primo semestre 2024 ci sarà l’apertura del maxicantiere a lotto unico
Nel primo semestre 2024 ci sarà l’apertura del maxicantiere a lotto unico

Monza, 18 gennaio 2022 -  La metropolitana verso Monza ha accumulato un altro anno di ritardo e non arriverà a destinazione prima del 2030. Bisogna mettere in conto un ulteriore slittamento della tabella di marcia annunciata nel 2019 dopo la conferma dell’intero finanziamento dell’opera da 1,25 miliardi di euro (900milioni dello Stato e 350 milioni degli enti locali divisi tra 283 milioni della Regione e 67 milioni dei Comuni di Milano, Monza, Sesto e Cinisello).

Il cronoprogramma indicava in 8 anni il tempo per progettare, appaltare e realizzare il prolungamento di 12,8 chilometri della linea M5 verso nord, da Bignami al futuro nodo di interscambio con la M1 a Bettola e quindi alle 7 successive stazioni urbane monzesi. Il primo treno in viaggio sulla nuova tratta lilla era atteso per il 2027, con addirittura la suggestione di riuscire a prendere un’accelerata con le Olimpiadi invernali 2026. Ma invece che accorciarsi, i tempi si sono gradualmente allungati senza aver ancora raggiunto la prima fermata in programma, quella di realizzazione del progetto definitivo dell’opera in 2 anni. Un lavoro in mano al Comune di Milano, l’ente capofila, e affidato alla società Mm spa. È toccato ieri al sindaco di Monza Dario Allevi confermare che il progetto non c’è ancora e che la nuova previsione comunicata da Milano lo fa slittare a fine 2022. "L’emergenza Covid ha rallentato l’iter della metropolitana ma non l’ha mai fermato – ha spiegato Allevi – Poi Milano è passata l’anno scorso dalle elezioni, ha cambiato assessori e la nuova assessora alla Mobilità Arianna Censi organizzerà a febbraio un incontro con tutti i soggetti coinvolti. Ci è stato comunicato che c’è qualche ritardo nel progetto definitivo dovuto soprattutto al procedimento per ottenere il Paur, il Provvedimento autorizzativo unico regionale, che dovrebbe concludersi entro giugno 2022".
Il programma del prolungamento della M5 per Monza viene quindi aggiornato indicando in settembre l’ottenimento del Paur ed entro la fine del 2022 il completamento del progetto definitivo. Nel 2023 è prevista la validazione del progetto ed entro settembre la gara d’appalto che, se non ci saranno contenziosi o altri imprevisti, si concluderà a fine anno. Nel primo semestre 2024 quindi ci sarà l’apertura del maxicantiere a lotto unico che dovrebbe terminare la costruzione dei 12,8 chilometri di galleria e delle 11 nuove stazioni lilla tra la fine del 2029 e l’inizio del 2030. "C’è qualche mese di ritardo rispetto a quanto previsto nel 2021 ma non c’è stato alcuno stop – aggiunge Allevi – mentre sui prossimi passaggi ci riferirà presto il nuovo assessore a Milano".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?