Matteo Barattieri, morto l'ambientalista di Monza: travolto da un pirata a Nashville

Il geologo 57enne si trovava a Nashville per seguire il concerto dei Blondie. L'ipotesi di un'auto pirata

Matteo Barattieri
Matteo Barattieri

Monza, 26 agosto 2022 - Era a Nashville, dove stava seguendo la sua band preferita in tournéè: Blondie. È morto investito da una macchina Matteo Barattieri, classe 1965, ambientalista, membro storico del Comitato per il Parco. La notizia è stata diffusa sul gruppo Facebook "Parco di Monza per sempre", gruppo social molto seguito e fondato dallo stesso Barattieri. Sembrerebbe che il 57enne sia stato investito da un'auto pirata, nel primo pomeriggio di ieri. "Orribile notizia da Nashville - si legge - il nostro caro Matteo pare sia stato investito sulla strada che lo portava al concerto dei Blondie ed è deceduto. La tremenda notizia mi è stata confermata dalla sorella Alessandra che è in contatto con le istituzioni locali per le indagini e per saperne di più. Per me, come immagino per tutti i membri di questo Gruppo, si tratta della perdita di un vero amico cui ero molto affezionato e che conoscevo da 30 anni".

Una laurea e il dottorato in Geologia, Barattieri era impegnato nella divulgazione, didattica ed educazione nei settori naturalistico ed ambientale. Era autore di diverse pubblicazioni scientifiche in campo ornitologico, e articoli e libri. Sempre molto seguite le sue visite guidate nel Parco, soprattutto dai più giovani. La sua ultima battaglia lo aveva visto fronteggiare ancora una volta un colosso come l’Autodromo, di cui aveva denunciato le costruzioni in arrivo al Roccolo per realizzare una Fan Zone.

Aveva ottenuto con le sue parole il sequestro dell’area da parte della Procura di Monza. Aveva recentemente scritto per il Giorno un articolo sulla siccità nel Lambro, dove faceva visite guidate sul letto in secca del fiume.