di Sonia Ronconi Ha picchiato selvaggiamente la moglie davanti ai figli piccoli e poi si è barricato in casa, al pianoterra di un complesso di villette a schiera, sfidando i carabinieri accorsi in seguito a una richiesta d’aiuto arrivata alla centrale operativa. Alla vista dei militari il 46enne di origini siciliane, pregiudicato per...

di Sonia Ronconi

Ha picchiato selvaggiamente la moglie davanti ai figli piccoli e poi si è barricato in casa, al pianoterra di un complesso di villette a schiera, sfidando i carabinieri accorsi in seguito a una richiesta d’aiuto arrivata alla centrale operativa. Alla vista dei militari il 46enne di origini siciliane, pregiudicato per reati contro la persona, ha mostrato una pistola, minacciandoli. "E adesso andate a prendere le mitragliette!", le parole rivolte ai carabinieri dall’uomo barricato in casa. Davanti alla perseveranza degli uomini dell’Arma il marito violento ha poi desistito e i militari sono riusciti ad farsi aprire la porta.

I carabinieri della Stazione locale hanno soccorso la donna e quindi arrestato l’aguzzino che, in preda a uno scatto d’ira, ha anche provato ad aggredire uno dei militari. Durante la perquisizione è stata rinvenuta l’arma utilizzata per la minaccia, rivelatasi poi una “pistola replica“ senza tappo rosso, del tutto assomigliante a una vera. In seguito alle lesioni riportate nell’aggressione da parte del marito violento, la vittima è stata trasportata al Pronto soccorso dell’ospedale di Desio, dove è stata medicata e giudicata guaribile in venti giorni, salvo complicazioni.

L’indomani il 46enne è stato processato per direttissima in videoconferenza nella caserma del Comando di Seregno. Per l’uomo è stato convalidato l’arresto e disposto il divieto di avvicinamento alla moglie. Con l’occasione, data la delicatezza della situazione, è stato anche attivato il negoziatore del Comando provinciale di Monza Brianza che non è però dovuto entrare in azione, poiché i carabinieri di Verano sono riusciti a entrare nell’abitazione in tempi brevi.