Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

“Luoghi del cuore” del Fai La Forra ai vertici a colpi di clic

Nelle prime ore di apertura del censimento online delle località più gettonate è già nella “top ten”

La spettacolare strada della Forra tra i siti più votati nella classifica Fai
La spettacolare strada della Forra tra i siti più votati nella classifica Fai
La spettacolare strada della Forra tra i siti più votati nella classifica Fai

Nelle prime ore di apertura del censimento dei “Luoghi del cuore“ del Fai era già nella top ten, a livello nazionale, per numero di voti. Un inizio ben augurante per la strada della Forra, a Tremosine sul Garda, definita da Churchill "l’ottava meraviglia", anche se è chiaro che il percorso che si chiuderà il 15 dicembre è lungo e che la battaglia per ‘acchiappare’ più clic tra le migliaia di beni candidati in tutta Italia sarà molto agguerrita.

I primi 3 più votati verranno premiati, infatti, a fronte della presentazione di un progetto con 50mila euro, 40mila euro e 30mila euro. Nella X edizione del censimento, il Castello di Brescia era riuscito a salire sul podio, grazie ad un’azione di rete del territorio.

Non è escluso che si riesca a fare lo stesso per la Forra, che ogni anno richiama mediamente 500mila turisti, ma che dal 2020 è chiusa a causa di una frana. I lavori avviati dalla Provincia dovrebbero concludersi entro questo mese, in modo da consentire la riapertura, “salvando“ l’estate.

A candidare la “Forra“ è stata la Pro Loco di Tremosine, in collaborazione con il Comune.

"La strada della Forra riaprirà a maggio 2022 dopo che fu chiusa a dicembre 2020 a seguito di un forte evento meteorologico. Ora – si legge nella scheda illustrativa - si presenta in tutto il suo splendore e in completa sicurezza. Necessita di valorizzazione culturale e ambientale che potrebbe coinvolgere la riqualificazione degli antichi sentieri per raggiungerla così come la creazione di cartellonistica con grafica coordinata che possa essere utile a chi la visita. Sarebbe importante anche la creazione di un’area naturalistica che valorizzi l’ambiente circostante ricco di fascino e storia". Federica Pacella

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?