Dalla macchina si sono sprigionate le fiamme appena dopo lo schianto
Dalla macchina si sono sprigionate le fiamme appena dopo lo schianto

Lissone (Monza e Brianza), 24 ottobre 2020 - Una serata ad eccessiva gradazione alcolica. Lo schianto. L’incendio, improvviso. E un “salvatore”. Un incidente che poteva trasformarsi in tragedia, quello andato in scena nella notte tra giovedì e venerdì, a Lissone. Protagonista in negativo, e vittima, un 34enne di Giussano. Protagonista in positivo un 37enne cingalese residente in città: che lo ha salvato. Poco dopo le 23 l’uomo stava percorrendo via Mattei al volante della sua auto quando ha perso il controllo e si è andato a schiantare contro la cartellonistica di una rotonda. L’impatto ha scatenato un incendio all’interno della macchina. L’uomo, ferito e stordito, è rimasto incastrato nell’abitacolo. Alcuni testimoni hanno dato l’allarme.

Sul posto si sono precipitati a sirene spiegate i mezzi del 118, i vigili del fuoco di Monza e i carabinieri della sezione Radiomobile di Desio. Ma il primo a intervenire è stato lo straniero, che con grande prontezza e coraggio ha aiutato il 34enne a uscire dalla trappola di fuoco che lo stava per avvolgere. I militari, notando l’evidente stato di ubriachezza dell’uomo, lo hanno sottoposto al test dell’etilometro riscontrando un tasso di quasi 4 volte superiore al limite consentito. Per lui ritiro della patente e denuncia all’Autorità Giudiziaria. Non ha voluto recarsi in ospedale per le cure.