L’ambulatorio non basta. In arrivo 4mila pazienti

Dimezzate le ore di ricevimento, con i prossimi due pensionamenti sarà il caos. Il Pd alza la voce e chiede di fare pressioni su Regione e Ats per una soluzione. .

L’ambulatorio non basta. In arrivo 4mila pazienti

L’ambulatorio non basta. In arrivo 4mila pazienti

Va bene l’ambulatorio temporaneo da poco aperto in centro, "ma a breve l’emergenza tornerà ancora più grave di prima". C’è molta preoccupazione da parte del Pd di Desio per i medici di base in città. "Dimezzate le ore di ricevimento rispetto agli ambulatori medici dei Medici di medicina generale - sostengono i responsabili Pd -, l’ambulatorio di via Foscolo è insufficiente, in previsione dei 3.500/4.000 nuovi pazienti per i due prossimi pensionamenti, sarà il caos". Sono mesi che Desio e la Provincia sono alle prese con il problema della carenza di medici di famiglia, dovuta a pensionamenti, trasferimenti e cessazione di attività. Il problema, che tocca pesantemente molti desiani, è stato affrontato anche nell’Assemblea del Pd di Desio al Circolo Briani, dove Paola Buonvicino, ex assessore e presidente del distretto sociosanitario Desio-Monza ha fornito un quadro chiaro, ma preoccupante. "Dai dati forniti da Ats Brianza a novembre 2023, nell’intera provincia c’erano 21 posti vacanti e la situazione da allora è ulteriormente peggiorata. Parliamo di circa 35.000/40.000 persone senza medico di base - ha riferito Buonvicino -. Ats ha cercato medici disponibili per la sostituzione senza trovarne e ha aperto degli ambulatori temporanei su alcuni territori, ma, a sentire i cittadini, risultano insufficienti". Il sindaco Simone Gargiulo ha annunciato con soddisfazione l’apertura dell’ambulatorio di via Foscolo, dopo che due medici sono andati in pensione, ma all’orizzonte sembrano esserci altri nuvoloni.

"L’attuale ambulatorio temporaneo - dichiara Filippo Violante, segretario del Pd di Desio -, aperto per circa 15 ore la settimana, dovrebbe sostituire due dei medici andati in pensione e lo fa con metà degli orari dei precedenti ambulatori dedicati. A breve andranno in pensione altri due medici e in teoria si riverseranno sullo stesso ambulatorio altri 3.500/4.000 pazienti". "Non solo - aggiunge - ma gli ambulatori temporanei sono soluzioni che non possono durare nel tempo e non garantiscono la stessa continuità. A questo si aggiungono le notizie delle code sempre più lunghe al pronto soccorso e la Casa di Comunità prevista per Desio è di là da venire". Il Pd ha già portato la situazione più volte in consiglio comunale e chiede che il sindaco "faccia pressione a Ats e Regione Lombardia".