Ladri di sogni in sala prove. Colpite le giovani band

Razziati al Sulé di Agrate sintetizzatore, casse e testate per chitarre. Mille euro di bottino al centro comunale: "Un danno economico e sociale".

Ladri di sogni in sala prove. Colpite le giovani band
Ladri di sogni in sala prove. Colpite le giovani band

Un furto odioso perché toglie ai giovani musicisti la possibilità di esercitarsi e di comporre. Casse, sintetizzatore, testate per chitarre, microfoni: mille euro di bottino al Sulé ad Agrate, i ladri razziano l’attrezzatura della sala prove al Centro giovani del Comune al parco Aldo Moro e gli artisti lanciano l’appello: "Non avete fatto solo un danno economico, ma soprattutto sociale. Gli strumenti sono utilizzati dalle band del territorio a prezzi politici, restituiteceli subito". Il colpo è stato portato a termine a cavallo di Natale, quando la struttura era chiusa per le festività di fine anno, sull’episodio indagano i carabinieri di Vimercate. Sui social il Centro ha pubblicato l’elenco completo della refurtiva, chiedendone "l’immediata riconsegna".

"Ritrovate un barlume di umanità e tornate sui vostri passi", scrivono i gestori del polo nato nel 2003 e subito diventato punto di riferimento delle band brianzole e di tantissimi ragazzi, che fra le sue mura hanno trovato l’opportunità di crescere anche sul palcoscenico.

Agli investigatori sono state consegnate le immagini delle telecamere esterne, la speranza è che un particolare possa aiutarli a risalire ai responsabili, ma qui in realtà tutti contano sul fatto che i soliti ignoti "capiscano le ripercussioni del loro gesto e ci ripensino".