Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

La rotonda di Cologno nel mirino di Brugherio

L’opera da 365mila euro alleggerirebbe il traffico di via Campania spostandolo però sul quartiere residenziale attorno a via Dolomiti

cristina bertolini
Cronaca
La consigliera comunale Mariele Benzi contesta il sindaco Marco Troiano
La consigliera comunale Mariele Benzi contesta il sindaco Marco Troiano
La consigliera comunale Mariele Benzi contesta il sindaco Marco Troiano

di Cristina Bertolini

Là dove c’è l’erba sorgerà una rotonda per tagliare il traffico su Cologno, ma scaricandolo su Brugherio. Si tratta di un’opera da 365mila euro per la nuova rotonda che dovrebbe unire via Campania angolo via Giordano di Cologno (preservando la zona storica di Bettolino) con via Dolomiti a Brugherio.

Il progetto nasce come compensazione ambientale, frutto del protocollo d’intesa tra Regione Lombardia e Stogit (controllata di Snam), per la proroga delle concessioni per lo stoccaggio del gas del sito Brugherio- Cinisello. Stogit rimborserà il Comune di Cologno per 163 mila euro, il resto sarà a carico dell’amministrazione. Per Cologno, la rotonda alleggerirebbe il traffico della provinciale che si riversa su via Imbersago, decisamente aumentato con la costruzione di un nuovo discount. Non così a Brugherio. "Verrebbe spostato sul quartiere residenziale attorno a via Dolomiti il traffico pesante di approvvigionamento del discount – spiega la consigliera comunale Mariele Benzi – su una strada a una sola carreggiata, per un uso di quartiere. In più via Campania a Cologno ha vocazione industriale artigianale; perciò è popolata da officine, aziende e carrozzerie con viavai di autotreni e autoarticolati e ora ha anche il traffico dei mezzi di approvvigionamento che afferiscono al nuovo supermercato. Sul lato Brugherio invece c’è un quartiere residenziale, con villette, case bifamiliari, tre cascine storiche e un’area verde da preservare".

Quando pendolari e autotrasportatori realizzeranno che la rotonda permette di evitare il tratto di viale Lombardia controllato dai TRed il quartiere non avrà pace. Il via libera al protocollo d’intesa con Anci Regione Lombardia è approdato al Consiglio comunale di Cologno lo scorso 30 marzo per l’approvazione. Quanto a Brugherio, nulla è arrivato in Consiglio comunale rispetto alla costruzione della rotonda e al nuovo assetto viabilistico: le notizie sono circolate tra i consiglieri per via informale. Anche nel quartiere la voce è circolata con il passaparola, suscitando preoccupazione. "La nuova rotonda porterà un deciso peggioramento nella qualità di vita del quartiere – continua la consigliera Benzi – Si ipotizzano raccolte firme e azioni dei cittadini". Abbiamo provato a contattare il sindaco, ma senza successo, anche se l’iter burocratico per la realizzazione prosegue. "Non è credibile che il sindaco di Cologno si sia impegnato in una spesa a carico del Comune per 200mila euro senza il benestare del collega di Brugherio, Marco Troiano, che per il momento non avrebbe reso partecipi neanche i colleghi di maggioranza".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?