In evidente stato di alterazione avvicina un bambino fuori da scuola: bloccato dai vigili

Lissone, l'uomo è stato fermato dagli agenti della polizia locale presenti fuori dall'istituto. La sindaca: più controlli all’uscita delle scuole

Gli agentoi della polizia locale

Gli agentoi della polizia locale

Lissone (Monza e Brianza), 24 febbraio 2024 - Più controlli fuori dalle scuole della città, ma anche la raccomandazione ai genitori di segnalare subito ogni situazione sospetta. A Lissone si alza l'attenzione dopo che nei giorni scorsi uno sconosciuto, con problemi psichici e in evidente stato di alterazione, si è presentato fuori da una delle scuole elementari e ha cercato di avvicinare un bambino. L'uomo è stato immediatamente fermato dalle forze dell'ordine e portato in Questura.

L'episodio è stato reso noto nell'ultima seduta di consiglio comunale da uno dei rappresentanti dell'opposizione e confermato dalla sindaca Laura Borella, che ha poi scritto una lettera aperta ai lissonesi per rassicurarli su quanto avvenuto e garantire massima attenzione attorno ai vari istituti, con un incremento della sorveglianza. Il caso è avvenuto fuori dalle elementari San Mauro: la scena è stata notata dagli agenti della polizia locale già presenti in zona, che hanno bloccato l'uomo non appena ha fatto per avvicinarsi al bambino. Lo sconosciuto, che non è di Lissone ed era arrivato da fuori città, è stato poi accompagnato in Questura per l'identificazione.

"Voglio assicurare tutti i lissonesi che, per quanto di nostra diretta competenza, stiamo facendo tutto il possibile per garantire la sicurezza dei cittadini, soprattutto dei nostri bambini - ha spiegato nella sua lettera aperta la sindaca Borella, a fronte di una vicenda da lei stessa definita preoccupante -. Abbiamo chiesto alla polizia locale di prestare la massima attenzione alle scuole durante gli orari di ingresso e uscita. Inoltre, abbiamo interessato del problema sia i carabinieri che la Questura, perché siano prestate la massima attenzione e le necessarie misure di sicurezza". "Invito tutti a collaborare con le forze dell'ordine segnalando eventuali situazioni sospette - ha aggiunto Borella -. La partecipazione è fondamentale per garantire la sicurezza di tutti".