Quotidiano Nazionale logo
23 gen 2022

Il padel trova casa a Barlassina Taglio del nastro per tre campi

Riqualificata un’area abbandonata e inutilizzata da venticinque anni in via don Davide Albertario

I soci. Carena e Della Frera, il ct Gustavo Spector e la presidente Roberta Zandarin
I soci. Carena e Della Frera, il ct Gustavo Spector e la presidente Roberta Zandarin
I soci. Carena e Della Frera, il ct Gustavo Spector e la presidente Roberta Zandarin

Il padel trova casa anche a Barlassina, dove ieri è stato inaugurato il nuovo centro Padel Extreme che propone 3 campi coperti e spogliatoi, realizzati riqualificando un’area inutilizzata da 25 anni in via don Davide Albertario, 5.

L’impianto sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 23.30, domenica fino alle 20. "Con l’Open Day di oggi – dichiara Roberta Zandarin, maestra federale di padel e presidente di Padel Extreme – abbiamo voluto offrire la possibilità di giocare a padel ai numerosi sportivi, e non, che hanno partecipato numerosi all’inaugurazione della struttura, provando personalmente come sia facile divertirsi con questo nuovo sport".

Ieri il taglio del nastro alla presenza del sindaco di Barlassina, Pier Mario Galli.

"Vogliamo creare insieme alla Federazione Italiana Tennis padel – spiegano i promotori –. Una scuola riconosciuta, per far crescere l’attività giovanile e contribuire a costruire il sistema padel Italia. Stiamo lavorando anche ad una squadra di padel per partecipare al Campionato Italiano 2022, partendo quest’anno dalla Serie D. Ringraziamo il CT della nazionale italiana, Gustavo Spector, che ha voluto essere presente a questa inugurazione".

Le prenotazioni per i 3 campi in via Don Davide Albertario, 5, sono già aperte sul sito www.padelextreme.it.

Ga.Bass.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?