Hotel in rete. L’obiettivo: accoglienza top

Monza Events unisce 20 alberghi e 1.200 camere per proporre agli ospiti qualità, prezzo e bellezza.

Hotel in rete. L’obiettivo: accoglienza top
Hotel in rete. L’obiettivo: accoglienza top

Dall’intuizione di alcuni imprenditori ed attori presenti sul territorio, nasce Monza Events, una società di rete di impresa, per la promozione della vocazione turistica di Monza. "La volontà è di collaborare ad un progetto comune – spiega Valeria Ferrante, portavoce dello staff organizzativo – per sviluppare la potenzialità della nostra destinazione nel mercato dell’accoglienza per meeting, incentive, conferenze, eventi (mice)". La cordata è partita nel 2019 dai titolari di Hotel de la Ville, Royal Falcone (a cui si unisce Helios Hotel), Borgo Lecco Hotel di Arcore e Mercure Milano di Agrate, sotto la presidenza di Cesare Lorini (amministratore delegato di Borgo Lecco). L’obiettivo principale della rete d’impresa Monza Events è quello di accrescere la visibilità sul mercato nazionale ed internazionale di tutti i protagonisti della filiera territoriale del Mice brianzolo, attraverso la creazione di un soggetto che sia interlocutore privilegiato per questo settore, capace di coordinare costantemente le strutture e le professionalità presenti sul territorio, con l’obiettivo di costituire un sistema territoriale efficiente e competitivo. Attualmente aggrega oltre 20 hotel, tra Monza e l’immediato circondario, di differenti tipologie, ma caratterizzati tutti da un elevato standard. Il territorio offre infatti più di 1.200 camere arredate con stili diversi, dal classico al minimalista, essendo Monza e la Brianza riconosciute nel mondo come capitali internazionali del design.

La realtà dà ragione all’intuizione degli imprenditori del settore ospitalità. "Il 2023 è stato soddisfacente – osserva Luigi Nardi, titolare dell’Hotel de la Ville – il tasso di occupazione è cresciuto, così come il fatturato, di circa il 12% rispetto all’anno precedente".

I visitatori si fermano negli alberghi monzesi per i prezzi competitivi rispetto alla grande Milano e quindi la città di Teodolinda diventa punto di appoggio per visitare il capoluoigo, ma anche Como e Bergamo. Mentre sono qui scoprono la Villa Reale, il Duomo, l’Arengario e l’autodromo. Contrariamente alle scorse decadi, luglio e agosto sono diventati mesi di grande afflusso soprattuto da Stati Uniti e Cina. Buono il movimento anche durante i fine settimana, mentre anni fa le stanze d’albergo rimanevano vuote in attesa dei viaggi d’affari infrasettimanali. "Ora – conclude il presidente Cesare Lorini –ci auguriamo di avere il patrocinio del Comune per esportare il marchio alle fiere di settore dell’ospitalità".

C.B.