ALESSANDRO SALEMI
Cronaca

Gli angeli dei nonni. Pasti, telefonate, visite: "Curiamo la solitudine di oltre 14mila anziani"

Un anno con i volontari di Auser: "Le richieste sono in aumento. La popolazione sta invecchiando, ma il territorio ormai ci conosce".

Gli angeli dei nonni. Pasti, telefonate, visite: "Curiamo la solitudine di oltre 14mila anziani"

Gli angeli dei nonni. Pasti, telefonate, visite: "Curiamo la solitudine di oltre 14mila anziani"

Auser Monza e Brianza presenta il suo bilancio sociale dell’anno 2023, dimostrandosi ancora una volta una delle più significative associazioni di volontariato in provincia, in costante aumento in volontari, associati e attività proposte. L’organizzazione nasce nel 1989 – e nel 2000 in Brianza – come branca della Cgil con lo scopo di fare attività per favorire l’invecchiamento attivo degli anziani e valorizzare il loro ruolo nella società. Il loro forte sta soprattutto nel servizio di accompagnamento gratuito per visite ed esami medici, e in attività di socializzazione, quali le telefonate di compagnia, tutti servizi che – con il progressivo aumento dell’età media della popolazione – stanno andando a crescere nel tempo. "In relazione alle crescenti difficoltà delle persone fragili e anziane - esordisce Pietro Albergoni (nella foto), presidente di Auser Monza e Brianza - il nostro indirizzo è quello di rafforzare sempre più la rete Auser.

Il miglioramento della collaborazione con i Comuni, le strutture socio sanitarie (Ats, Asst, Distretti e Case di Comunità), e altre realtà del Terzo settore, sono il presupposto per affrontare le solitudini degli anziani, le cronicità, le non autosufficienze e le crescenti fragilità - prosegue -. Non è un caso che rispetto al 2022, l’anno scorso abbiamo avuto un +5% di volontari e un +18% di persone associate. Il territorio ci conosce bene". Poi la precisazione: "Particolare attenzione dedichiamo alle attività di socializzazione, per l’invecchiamento attivo, della solidarietà, l’accoglienza, del dialogo intergenerazionale e per la cultura della legalità, attività, quest’ultima, per cui collaboriamo con Libera".

Sono 20 le associazioni sul territorio di Monza e Brianza che fanno parte della rete Auser, di cui 13 dedite alle opere di volontariato e 7 alla promozione sociale. In tutto risultano 3.929 soci di cui 2.303 donne e 1.626 uomini, e 466 volontari, di cui 235 donne e 231 uomini. Nell’anno 2023 sono stati effettuati 53.959 accompagnamenti, avvalendosi di 134 automezzi, con cui sono state assistite ben 14.158 persone. Dagli automezzi Auser sono stati percorsi 900.673 chilometri, per effettuare 665 consegne di farmaci e spesa, 4.323 consegne di pasti, ed eseguire 180 ritiri di alimenti per un totale di circa 9mila chili di derrate alimentari.

L’altro forte dell’associazione sono le attività di svago. Nel corso del 2023 sono state 10.549 le telefonate di compagnia realizzate dai volontari Auser in provincia di Monza e Brianza, 80 le feste e gli eventi, 11 le gite e i viaggi, coinvolgendo circa 4.950 persone nelle attività e nei corsi. Le ore di volontariato registrate sono state complessivamente 213.903, il cui valore economico è stimabile in circa 3.208.000 euro. "Risultati straordinari che ci motivano a fare ancora meglio - conclude il presidente Albergoni -. Le nuove collaborazioni con Ats Brianza sulla telefonia sociale, con vari Comuni sul supporto ai malati oncologici e al sostegno alle persone non autosufficienti, la crescita delle attività ludiche e culturali, dimostrano il nostro legame con il tessuto sociale. Siamo felici che collaborino con noi anche i ragazzi del servizio civile e le persone che scontano una pena alternativa. Auser nasce con l’idea di inclusione".