Monza, Premio San Giovanni 2020
Monza, Premio San Giovanni 2020

Monza, 24 giugno 2020 - “Un’edizione speciale dedicata a chi ha combattuto in prima linea contro questo maledetto virus”. Così il sindaco di Monza Dario Allevi ha commentato questa mattina la consegna delle massime onorificenze cittadine, i "Giovannini d'oro", assegnati ogni anno ai cittadini benemeriti.

Il premio più sentito è andato alla memoria di Oscar Ros, il medico morto in prima linea durante l'emergenza Covid. Premiato anche l'imprenditore della famiglia ex Candy Aldo Fumagalli, che allo scoppio dell’epidemia è stato tra i primi ad offrire aiuti con un’ingente donazione di dispositivi di protezione agli istituti di cura nei momenti in cui erano di difficile reperimento. Sua la capacità di intercettare la disponibilità sul mercato di ventilatori polmonari, che poi ha donato all’ospedale San Gerardo. Medaglia d'oro anche a Mariella Cociani, infermiera volontaria ispettrice della Croce Rossa, che ha coordinato il delicatissimo lavoro delle Crocerossine all’interno dei reparti Covid adoperandosi per mantenere in contatto i familiari con i pazienti ricoverati, anche attraverso l’utilizzo di commoventi video e audio messaggi. Riconoscimento infine a Virginio Brivio,  impegnato nella Caritas. Durante l’epidemia, in particolare, si è prodigato per far consegnare al laboratorio del carcere tutto il materiale necessario a produrre dispositivi di protezione individuale che le persone detenute hanno imparato ad autoprodurre. Premio Corona Ferrea invece all'Ospedale San Gerardo, punto di riferimento per le cure fin dall’inizio dell’epidemia.