Andrey Chaykin, ragazzo sulla sedia a rotelle e anima del gruppo “Disabili Pirata”
Andrey Chaykin, ragazzo sulla sedia a rotelle e anima del gruppo “Disabili Pirata”

Monza, 10 gennaio 2020 - L’ascensore di piazza Castello non funzionae il giovane disabile resta bloccato in stazione. Ma non si fa prendere dal panico e armato di smartphone riprende il disagio subito e il battibecco con gli impiegati della stazione che lo invitano a raggiungere la piazza passando per la strada. La video denuncia è firmata da Andrey Chaykin, ragazzo sulla sedia a rotelle e anima del gruppo “Disabili Pirata”, che non ci ha pensato due volte e ci ha messo la faccia riprendendo la disavventura e registrando le risposte ricevute. Il fatto risale agli ultimi giorni del 2019: Andrey era arrivato a Monza in treno e dal binario 1 doveva raggiungere piazza Castello per andare a teatro.

L’ascensore che porta nel tunnel per raggiungere la parte opposta della stazione funzionava, ma arrivato a quello dell’uscita del Binario 7 le porte dell’elevatore non si sono aperte. Per raggiungere il piazzale avrebbe dovuto farsi la rampa di scala. L’ascensore era fuori servizio e il giovane è dovuto tornare al binario 1. Perché non c’era (e ad oggi non c’è) altra scelta se non quella di uscire dalla stazione, percorrere il ponte che costeggia la ferrovia e poi scendere fino alla piazza. Lo stesso discorso vale per chi, costretto sulla sedia a rotelle, arriva in stazione con i pullman che fermano in piazza Castello. Un percorso meno agevole e rischioso soprattutto di sera e quando piove. Andrey, bloccato in stazione, si è rivolto agli addetti con i quali ha avuto un battibecco minacciando di chiamare le forze dell’ordine e i pompieri. Gli addetti, come si sente dalla registrazione, gli hanno confermato che l’ascensore è fuori servizio da settembre quando è stato messo in funzione esclusivamente per i giorni del Gran Premio. Da parte loro hanno spiegato al giovane di conoscere bene il problema e di averlo più volte segnalato ai vertici romani delle Ferrovie.

A confermare il disagio anche alcuni addetti delle pulizie. "Recentemente abbiamo aiutato una ragazza disabile a salire le scale - raccontano -. Non è un nostro compito, ma non è ammissibile che una persona già in difficoltà per raggiungere la piazza Castello debba uscire dalla stazione e fare il giro dell’oca rischiando di essere investita o di ribaltarsi". Dall’ufficio stampa di Centostazioni (la società che gestisce anche la stazione monzese, ndr ) avvisano che è solo questione di tempo. "L’ascensore sarà funzionante entro fine gennaio".