Stefania Totaro
Cronaca

Corruzione sanità, col consigliere regionale Rizzi otto in cella: i nomi

Dietro le sbarre anche il suo braccio destro e il collaboratore addetto ai bandi di gara

La conferenza stampa sulla corruzione sanità

La conferenza stampa sulla corruzione sanità

Monza, 16 febbraio 2016 - Nove le persone finite in carcere nell'operazione 'Smile' dei carabinieri su inchiesta della Procura di Monza.

In manette, oltre al presidente della Commissione Sanità della Regione Lombardia Fabio Rizzi e del suo braccio destro Mario Valentino Longo, sono finiti Donato Castiglioni, collaboratore di Rizzi addetto ai bandi di gara; Maria Paola Canegrati, a capo di una holding nel campo odontoiatrico; il socio della Canegrati, Giuseppe Nachiero; il dirigente di odontoiatria presso l'ospedale IRCCS Policlinico di Milano Giorgio Alessandrì; il responsabile della struttura processi organizzativi dell'Azienda ospedaliera Istituti Clinici di Perfezionamento di Milano Massimiliano Sabatino; per riciclaggio l'amministratore di fatto della MTL Events srl Stefano Lorusso e Sandro Pignataro, accusato di concorso in corruzione con Rizzi, Longo e Castiglioni per avere promesso una parte dei compensi in cambio dell'aiuto ad ottenere finanziamenti da Finlombarda.