Anche i droni per la caccia ai "furbetti"
Anche i droni per la caccia ai "furbetti"

Monza, 9 aprile 2020 -  Droni in volo, Monza sorvegliata speciale. Soprattutto nel fine settimana di Pasqua. Per controllare il rispetto del lockdown imposto dalla diffusione del Covid-19. Il pattugliamento aereo della città è stato deciso ieri dall’Amministrazione comunale per monitorare gli spostamenti dei cittadini sul territorio. Un controllo più vasto e capillare. «L’uso dei droni, con il via libera della Prefettura - spiega il sindaco, Dario Allevi - ci consentirà di monitorare meglio il tessuto urbano, a maggior garanzia della sicurezza e della salute dei cittadini in un momento di drammatica emergenza sanitaria. Questa tecnologia ci offre il vantaggio di coprire un’area molto vasta aumentando enormemente la nostra capacità di controllo del territorio e di intervento nel caso di violazioni delle misure restrittive in vigore nella nostra Regione".

I droni in volo consentiranno di verificare dall’alto eventuali assembramenti vietati, lavoro sicuramente più complesso con le pattuglie a terra della polizia locale, un centinaio di uomini che si aggiungono a polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza ed esercito. I piccoli aeromobili saranno in grado di trasmettere in tempo reale le immagini alla postazione mobile dei vigili. In questo modo gli agenti potranno intervenire nella zona in cui si verificano violazioni alle regole del lockdown in pochissimi minuti. E sarà un battesimo del fuoco. "L’idea è di utilizzarli per monitorare delle aree specifiche - puntualizza l’assessore alla Sicurezza, Federico Arena -. Pensiamo a piazze o vie con la presenza di attività commerciali aperte ma anche a piste ciclabili o ad aree verdi e giardini che, seppur chiuse da tempo, vengono ogni tanto prese d’assalto.
 

I droni entreranno in funzione già in questi giorni, ma nel prossimo week-end, quello di Pasqua e Pasquetta, avranno un ruolo ancora più importante". Le festività e il bel tempo, infatti, potrebbero spingere qualcuno a violare il divieto di uscire di casa senza giustificato motivo. "Il messaggio che vogliamo dare ai nostri cittadini è sempre lo stesso - ribadisce Arena -: il coronavirus non è ancora stato sconfitto ed è per questo che dobbiamo continuare a restare a casa. Questa tecnologia si aggiunge alle dotazioni innovative già introdotte di recente al comando di via Marsala per rispondere in modo sempre più efficace alle esigenze di sicurezza della città".