Ceriano Laghetto, entra in casa dell’ex moglie con un coltello e la minaccia: arrestato

L’aggressore è stato fermato dai Carabinieri ed è accusato di atti persecutori

Carabinieri in azione

Carabinieri in azione

Ceriano Laghetto (Monza), 8 febbraio 2024 – I Carabinieri della Tenenza di Cesano Maderno e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Desio hanno arrestato un 39enne italiano, residente in un Comune vicino, in flagranza del delitto di atti persecutori. L’arresto è arrivato a seguito di un intervento realizzato nell’abitazione di una donna, dopo che la stessa aveva chiesto aiuto alla propria sorella, riferendo che l’ex marito era entrato in casa sua e la stava minacciando.

Gli uomini dell’Arma, avvertiti tramite una telefonata al 112 sono tempestivamente accorsi con le sirene spiegate. I militari hanno accertato che la porta d’ingresso della residenza mostrava chiari segni di effrazione. Non solo. Gli stessi carabinieri hanno sentito le grida di richiesta di soccorso della vittima e sono accorsi nella camera da letto, dove hanno trovato l’uomo che, in evidente stato di alterazione, stava aggredendo verbalmente l’ex moglie con chiare minacce di morte.

I militari, dopo aver messo in sicurezza la donna, hanno perquisito l’assalitore e hanno recuperato un coltello, sottoponendolo a sequestro. Dagli immediati approfondimenti investigativi, è emerso che l’aggressione è maturata in un contesto di condotte persecutorie perduranti da tempo per motivi di gelosia e mai denunciate per timore di ritorsioni. L’arrestato, al termine delle formalità, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Monza su disposizione del p.m. di turno della Procura della Repubblica al Tribunale di Monza, in attesa dell’udienza di convalida.