Cei, l’impiegato da 200 gol: ora l’obiettivo si sposta a quota 250

MONZA La caccia al gol continua. Perché Stefano Cei, classe 1990, impiegato, la domenica bomber con la maglia de La...

Cei, l’impiegato da 200 gol: ora l’obiettivo si sposta a quota 250
Cei, l’impiegato da 200 gol: ora l’obiettivo si sposta a quota 250

La caccia al gol continua. Perché Stefano Cei, classe 1990, impiegato, la domenica bomber con la maglia de La Dominante, in questa stagione ha raggiunto il traguardo dei 200 centri in carriera. Ma Cei, da nove anni in forza alla società di via Ramazzotti, ha una voglia matta di andare oltre questo tetto. E cercherà di infrangerlo già oggi, sul campo della formazione bergamasca del Calusco. Questo pomeriggio, infatti, il campionato di Prima categoria si rimette il moto. La compagine nerazzurra, seconda in classifica nel girone M con 7 punti di svantaggio nei confronti del Carugate, ha davanti tutto il girone di ritorno per cercare di conquistare il primato e relativo passaggio in Promozione. Un campionato nel quale, stranamente, l’attaccante monzese non hai mai giocato con la maglia della sua “Domi“. Per Stefano, ex anche di Seregno, Legnano, Base, Ac. Lissone, Biassono e Bresso, una sfida nella sfida. Anche perché lui, già a segno 13 volte in questa stagione, nei tre campionati precedenti ha realizzato ogni volta 24 gol. Quando era al Legnano ha sfiorato pure il debutto nel calcio “prof“. "L’unico mio rimpianto – spiega – è legato al mancato esordio nel professionismo. Per il resto, sono soddisfatto. Il prossimo obiettivo? Fare bene nel girone di ritorno e arrivare a 250 gol, con la speranza che i prossimi servano per arrivare in Promozione".

Gianni Gresio