Alice spera che il suo gesto possa essere imitato da altre compagne di scuola
Alice spera che il suo gesto possa essere imitato da altre compagne di scuola

Ceriano Laghetto (Monza e Brianza), 30 giugno 2020 - Un taglio netto ai suoi lunghi capelli per aiutare qualcuno a stare meglio. Lo ha fatto Alice, 11 anni, donando insieme ai suoi capelli, una lezione di solidarietà, che non ha prezzo e non ha età. La maestra, orgogliosa, lo ha raccontato nel gruppo di classe e ora la sua decisione potrebbe essere imitata da altre coetanee e non solo. In una delle ultime videolezioni di quest’anno scolastico indimenticabile per tutti, la maestra aveva spiegato ad Alice, quinta classe della primaria, l’importanza della donazione del sangue, per aiutare gli altri a stare meglio. Ma Alice, che ha appena compiuto 11 anni, naturalmente, non può ancora sottoporsi alla donazione di sangue.

Così ha trovato una buona alternativa nella Campagna “Diamoci un taglio“ che propone la raccolta di capelli per la realizzazione di parrucche oncologiche, in collaborazione con la Lilt, Lega italiana per la lotta ai tumori. "Per donare il sangue sono troppo piccola, ma questo posso farlo", ha spiegato con grande semplicità, dimostrando più consapevolezza e maturità anche di tanti adulti. "È stata zia Francesca a spiegare ad Alice l’iniziativa della raccolta dei capelli per le parrucche da destinare alle donne che stanno soffrendo per le cure oncologiche", racconta mamma Claudia. "Durante le lezioni a distanza della sua classe, la 5a C della scuola primaria don Rivolta di Ceriano Laghetto, con la maestra Elena Grandin, parlando delle questioni legate alla pandemia, i bambini hanno capito l’importanza della donazione di sangue. Ma questa è una cosa che potranno fare solo quando saranno maggiorenni. Così un giorno Alice mi ha detto che voleva donare i suoi lunghi capelli".

La mamma, un po’ spiazzata di fronte a questa richiesta, ha voluto andare molto cauta, chiedendo più volte alla bambina se fosse veramente sicura di quel gesto. Ma una volta ricevute tutte le rassicurazioni e rendendosi conto che Alice era assolutamente convinta, ha seguito le indicazioni fornite dall’associazione per effettuare il taglio “fai da te“. Una volta tagliati i capelli secondo le istruzioni, vengono spediti alla sede dell’associazione Ragionevolmente che propone l’iniziativa, la quale spiega: "Grazie alla generosità di chi dona, vengono donate parrucche nuove, specifiche per pazienti oncologici sottoposti a chemioterapie. La parrucca viene regalata al paziente grazie ai capelli donati, senza che a nessuno (né al richiedente, né a RagionevolMente o Lilt) venga richiesto alcun pagamento. "Dopo la decisione di Alice, anche la sorella maggiore Camilla ha detto che vuole fare la stessa cosa", aggiunge mamma Claudia.