Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

BrianzAcque da record raddoppia gli utili e arriva a 10 milioni di euro

L’azienda pubblica dei servizi idrici vanta tariffe concorrenziali e una capacità di investimento sul territorio che supera 49 milioni

Il sistema idrico integrato nel territorio provinciale funziona in Brianza da 14 anni
Il sistema idrico integrato nel territorio provinciale funziona in Brianza da 14 anni
Il sistema idrico integrato nel territorio provinciale funziona in Brianza da 14 anni

Un altro anno record per BrianzAcque srl, l’azienda pubblica dei servizi idrici che conferma come l’acqua brianzola sia buona dai rubinetti di casa e anche per gli affari. Raddoppio degli utili netti rispetto al 2020, arrivati a 10 milioni di euro, ricavi in crescita del 9,8% con valore complessivo record di 112,6 milioni di euro e capacità di investimento sul territorio di 49,2 milioni nell’ultimo anno sono i numeri principali del bilancio 2021 di BrianzAzque che indicano come, anche in un’annata caratterizzata ancora dall’emergenza sanitaria, il sistema di gestione pubblica e unificata del sistema idrico integrato nel territorio provinciale avviato in Brianza 14 anni fa funzioni e sia in grado di dare non solo risultati in termini di servizio all’utenza – con, per esempio, una tariffa dell’acqua tra le più basse in Italia – ma anche soddisfazione economica ai suoi soci, che sono i 55 Comuni targati Mb e la Provincia.

Proprio l’assemblea dei soci di BrianzAcque in settimana ha approvato all’unanimità il bilancio di esercizio chiuso al 31 dicembre 2021 con Enrico Boerci, presidente e amministratore della società, che ha confermato come "dal 2014 proseguiamo un percorso di crescita costante, che fa leva sulla nostra solidità economica-finanziaria e che ci ha portati a toccare un tetto di investimenti mai raggiunto. Pur nel contesto di uno scenario nazionale e internazionale difficile, caratterizzato dal conflitto tra Russia e Ucraina, dall’aumento dei costi del mercato energetico e dalle tensioni inflattive prodotte dalle ripresa post Covid, continueremo a lavorare secondo i valori e le capacità che ci contraddistinguono assicurando qualità ed efficienza del servizio erogato a un bacino di quasi 800 mila abitanti. Brianzacque rappresenta un modello di impresa sostenibile, innovativo e tecnologicamente avanzato, portatore di valore per il territorio e la comunità". I numeri del bilancio 2021 indicano un utile generato di 10 milioni, quasi il doppio rispetto ai 5,8 milioni del 2020, ricavi per 112,6 milioni e soprattutto il maggiore investimento in un anno mai fatto dall’azienda per infrastrutture e opere pubbliche sul territorio pari a 49,2 milioni, in crescita del 28% rispetto ai 38,5 milioni del 2020, e pari a un valore pro capite di 56 euro per abitante (la media nazionale è di 46 euro per abitante). Una capacità resa possibile anche perché BrianzAcque ha ottenuto a fine 2021 da Bei (Banca europei per gli investimenti) un prestito verde (Green Loan) da 55 milioni per le annualità 2022-2025.

Sono soldi per realizzare opere e progetti destinati a rendere più efficiente il servizio idrico sul territorio: nel 2021 il 49% degli investimenti è servito per manutenzione e potenziamento del sistema fognario, il 32% per la rete dell’acquedotto e il 3% per il settore depurazione. Tra gli investimenti c’è stato anche l’acquisto della nuova sede della società, nell’ex sede Camm lungo viale Brianza a Monza, costata 5,6 milioni. L’assemblea dei soci ha deciso di destinate gli utili aziendali per 8,6 milioni come riserva fondi per nuovi investimenti, 936 mila a riserva straordinaria e il restante 5% a riserva legale.

Martino Agostoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?