Monza, lo scantinato diventa un bed and breakfast abusivo per immigrati irregolari

L’immobile si trova nel quartiere San Rocco ed era stato arredato con camere da letto e cucina: gli agenti hanno trovato quattro persone all’interno

La polizia locale davanti alla porta dell'immobile posto sotto sequestro

La polizia locale davanti alla porta dell'immobile posto sotto sequestro.

Monza, 23 febbraio 2024 – Avevano creato un Bed and breakfast abusivo in uno scantinato, dove ospitavano immigrati irregolari: avevano arredato lo scantinato con camere da letto e cucina, per rendere l’immobile più accogliente e credibile.

A seguito di segnalazione, il nucleo specialistico in materia di edilizia della polizia locale, è intervenuto nel quartiere San Rocco nelle prime ore del mattino, accertando la presenza di quattro persone, due donne e due uomini, in un magazzino/laboratorio abusivamente trasformato in abitazione.

Nell’immobile, posto sotto il livello stradale, si trovavano quattro stanze da letto, la cucina e il bagno nonché gli effetti personali dei soggetti presenti, due dei quali risultati irregolari sul territorio dello stato.

I locali sono stati sottoposti a sequestro penale e il gestore dell'attività abusiva di locazione è stato denunciato per il cambio di destinazione d'uso dei locali. Sono in corso ulteriori accertamenti per l'attività ricettiva non autorizzata e per il reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. I due soggetti risultati irregolari sul territorio dello stato italiano e sottoposti a rilievi fotodattiloscopici sono stati denunciati e accompagnati all'ufficio rimpatri della Questura di Monza.