Milan-Psg 2-1, la rimonta perfetta del Diavolo rinato: Leao e Giroud stendono gli avversari

Inutile il vantaggio iniziale di Skriniar: la rovesciata del portoghese e il colpo di testa dell'attaccante riaccendono le ambizioni europee dei rossoneri

Il gol di Giroud del Milan
Il gol di Giroud del Milan

Milano, 7 novembre 2023 – Notte decisiva per il Milan, chiamato a risorgere dalle proprie ceneri battendo in un San Siro sold out il PSG di Luis Enrique: dopo due pareggi e il pesante ko per 3-0 contro i parigini nella sfida di andata, i rossoneri devono fare risultato ad ogni costo per tenere vive le speranze qualificazione. Alla fine, sotto lo sguardo del numero uno di RedBird Cardinale, il Diavolo vince in rimonta per 2-1 grazie a un eurogol di Leao e al colpo testa di Giroud, ad annullare così l’iniziale vantaggio trovato da Skriniar. Milan che va ora a quota 5 punti davanti al Newcastle (4) mentre il PSG si ferma a quota 6, con il Borussia primo a 7.

In campo

Pioli ritrova tra i titolari Pulisic, Loftus-Cheek e Theo Hernandez mentre in panchina torna a disposizione Chukwueze: tridente offensivo confermato con lo statunitense, Giroud e Leao. Musah a completare il centrocampo con Loftus e Reijnders. Lo spagnolo conferma il trio offensivo composto da Dembelé, Kolo Muani e Mbappé. In difesa c'è il fratello di Theo Hernandez, Lucas, ma soprattutto tra i pali presente Donnarumma, coperto di fischi e cori contro dai tifosi rossoneri fin dal suo ingresso in campo per il riscaldamento: non è stato perdonato il suo addio al Milan nell’estate del 2021 a parametro zero per accasarsi al PSG.

Botta  e risposta

Il direttore di gara Manzano dà il fischio di inizio al match e dopo due minuti Leao scalda il mancino dalla distanza ma la è palla smorzata e finisce tra le mani di Donnarumma. Al 5’, invece, è Loftus-Cheek a sprecare la palla del vantaggio mandando alto il perfetto assist di Leao dalla sinistra. Il PSG risponde al 7’ con Mbappé ma il suo tiro di prima intenzione è preda di un attento Maignan ma un minuto dopo è l’ex nerazzurro Skriniar a bucare la porta rossonera con un colpo di testa da manuale su corner. Il Milan prova reagire alla doccia gelata e all’11’ Calabria serve in mezzo l’accorrente Musah ma Donnarumma c’è: il portiere del PSG però non può fare nulla sulla rovesciata da manuale di Rafa Leao che al 12’ riporta la bilancia in parità trovando il gol dell’1-1. Giroud incrocia col mancino ma trova l'opposizione di Donnarumma, sulla ribattuta il pallone si alza e Leao, dal limite dell'area piccola, segna in rovesciata: la partita non conosce sosta e dopo due minuti assist di Dembelè per Mbappè ma Maignan ferma tutto. La partita si rianima al 26’ quando Dembelè scarica un tiro che si stampa sulla traversa e sull’azione successiva è Giroud a mancare la porta colpendo l’esterno della rete dopo un suggerimento di Loftus: alla mezz’ora il Milan conquista con lo scatenato Leao un calcio di punizione dal limite dell’area, della battuta si incarica Tomori ma Donnaruma devia quanto basta per sventare il pericolo. Al 40’ Pulisic, su lancio di Calabria, ci prova ma il suo destro al volo manca di precisione e il tiro di Vitinha parato da Maignan mette fine a una prima frazione di gioco spettacolare ed equilibrata.

Giroud la decide

Nessun cambio di formazione per Pioli ed Enrique e il match si accende nuovamente al 48’ con il tentativo di Reijnders fuori di poco mentre lo stadio esplode, due minuti dopo, al colpo di testa preciso di Giroud che vale il 2-1 rossonero: assist di Theo Hernandez, Skriniar sovrastato dal francese e Donnarumma infilato nuovamente. La rimonta è completata, San Siro è una bolgia mentre al 55’ un assolo eccezionale di Loftus-Cheek viene interrotto da Lucas Hernandez che lo stende in maniera irregolare: giallo per lui. Enrique effettua un triplo cambio: fuori Ugarte, Kolo Muani e Vitinha, dentro Fabian Ruiz, Gonçalo Ramos e Lee: al 63’ Theo impegna Donnarumma su punizione (deviazione in corner) mentre Mukiele prende il posto di Lucas Hernandez. Al 66’ Musah trattiene Zaire-Emery e si becca un giallo che, da diffidato, gli farà saltare la prossima giornata per squalifica mentre poco dopo Mbappé scappa via in velocità e tira quasi dal fondo ma Maignan respinge con i piedi in corner.

Il PSG prova a spingere per trovare il pari ma senza creare grandi pericoli mentre all’80’ un’altra strepitosa corsa solitaria di Leao viene interrotta fallosamente da Skriniar che lo stende irregolarmente venendo ammonito. All’83’ Pioli fa i primi due cambi del match inserendo Krunic e Okafor per Musah e Leao e proprio lo svizzero impegna il portiere ospite con tiro deviato in corner. Il Milan è ancora pericoloso con Loftus-Cheek, poi sulla ribattuta il tentativo di Okafor finisce alto. All ‘88’ il palo salva Maignan sul tiro di Lee: Barkola per Skriniar è l’ultimo cambio di Enrique mentre Pulisic è costretto a lasciare il campo al 90’ sostituto da Florenzi (crampi o un problema muscolare), con Tomori e Calabria che chiudono bene su Mbappè nel recupero extra dato dall’arbitro. Al triplice fischio la liberazione di San Siro che esplode nella festa per una vittoria in rimonta che tiene aperta la qualificazione in Champions e dà un’iniezione di ottimismo alla truppa di Pioli dopo un periodo difficile.

TABELLINO

MILAN-PGS 2-1

RETI: 9′ Skriniar; 12′ Leao; 50′ Giroud. MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Thiaw, Tomori, Theo Hernandez; Loftus-Cheek, Reijnders, Musah (83′ Krunic); Pulisic (90′ Florenzi), Giroud, Leao (83′ Okafor). All. Pioli. A disp. Nava, Mirante, Adli, Jovic, Chukwueze, Pobega, Florenzi, Bartesaghi

PSG (4-2-4): Donnarumma; Hakimi, Marquinhos, Skriniar (89’Barcola) L. Hernandez (64′ Mukiele); Zaire-Emery, Ugarte (59′ Fabian Ruiz); Dembélé, Kolo Muani (59′ Gonçalo Ramos), Mbappé, Vitinha (59’Lee). All. Luis Enrique.

ARBITRO: Jesus Gil Manzano.

AMMONITI: 23′ Vitinha; 28′ Kolo Muani; 43′ Marquinhos; 54′ Lucas Hernandez; 65′ Musah; 79′ Skriniar

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro

Continua a leggere tutte le notizie di sport su