Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Brozovic-Lautaro-Sanchez: tris Inter a La Spezia

Terza vittoria consecutiva, i nerazzurri chiudono la pratica solo nel recupero 

mattia todisco
Sport
Inter's Marcelo Brozovic scores the 1-0 goal during the italian soccer Serie A match Spezia Calcio vs Inter - FC Internazionale at the Alberto Picco stadium in La Spezia, Italy, 15 April 2022
ANSA/FABIO FAGIOLINI
Il gol di Brozovic

Milano -  L'Inter centra la terza vittoria consecutiva battendo 3-1 lo Spezia nel “Picco” tutto esaurito. La prima occasione della gara la regala Perisic ai bianconeri, sbagliando uno stop che lancia Gyasi verso la porta al 5': Handanovic ci mette una pezza. I nerazzurri, per contro, cercano di arrivare all'obiettivo con il palleggio, ma creano poco. Nella prima mezz'ora l'unico a cercare la conclusione è Calhanoglu, due volte dalla distanza, senza centrare lo specchio. La squadra di Motta pressa bene, costringe D'Ambrosio e Handanovic a disimpegni complicati (e rischiosi), guadagna calci d'angolo su cui gli ospiti difendono bene il fortino. Solida dietro, l'Inter va avanti al 31', al primo tiro che trova la porta: lancio di Brozovic, sponda aerea di D'Ambrosio e il croato chiude il triangolo lungo impattando imparabilmente di sinistro. Mentre lo Spezia perde Reca per infortunio, gli avversari guadagnano in fiducia. Perisic imbuca un gran pallone per Correa, che perde il tempo e si fa respingere due volte il tiro da Erlic. In chiusura di tempo ci prova Dumfries dopo un'azione manovrata, ma Provedel è bravo a distendersi e para a terra.

Dopo pochi secondi dall'inizio della ripresa Agudelo (appena entrato) ruba palla a Brozovic al limite dell'area e arriva fino a Handanovic, che salva il vantaggio. Ha subito una grande chacne anche l'Inter, ma Perisic apre troppo il piatto a pochi metri dalla porta e mette a lato. Ci prova anche Barella al 54', il centrocampista vince un rimpallo e arriva a calciare da pochi metri, ma il suo sinistro finisce largo. I tecnici guardano verso la panchina, tra i ligure entra Nzola che resta in campo 15' prima di essere sostituito da Antiste per problemi a un orecchino (con Motta furioso). Nel frattempo è entrato anche Verde, per cui i cambi sono finiti.

Dalla parte opposta Sanchez e Martinez danno vivacità all'attacco degli ospiti e dopo due tentativi sfortunati (un tiro deviato in corner e una conclusione in girata a lato di poco), al terzo tentativo (al 73') l'argentino indovina l'angolo basso toccando con l'esterno destro un cross di Perisic. Ci prova anche il cileno alla mezz'ora della ripresa dopo una palla rubata da Vidal, appena entrato: Provedel non si fa sorprendere. Quando la gara sembra in controllo Maggiore trova una perla a 2' dalla fine con un destro incrociato su cui Handanovic non può arrivare. L'Inter ci riprova subito con un contropiede ben manovrato concluso largo da Sanchez, ma in pieno recupero una palla persa a metà campo lancia Agudelo verso il possibile pari. Il sinistro a giro finisce fuori. Di nuovo Sanchez ha una grande opportunità e sbaglia l'ultimo passaggio per Vidal, ma al 94' raccoglie da Lautaro in area e firma il definitivo 1-3.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?