La generazione rubata di Philip Noyce
La generazione rubata di Philip Noyce

Milano, 3 gennaio 2020 - Se dopo aver visitato la bella mostra “Australia. Storie dagli antipodi“ proposta dal PAC (sino al 9 febbraio) ancora vi è rimasta la voglia di approfondire la conoscenza di questo Paese, dilaniato in questi giorni da incendi, allora non resta che andare al Mic -Museo interattivo del Cinema. Che battezza questo mese d’inizio anno con un omaggio alla terra dei canguri e dei tanti migranti, una rassegna di 21 titoli (dal 19 gennaio al 2 febbraio)che segue un doppio registro. Da un lato propone le visioni di registi internazionali come il tedesco Werner Herzog con Dove sognano le formiche verdi e l’italiano Luigi Zampa con la commedia Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata e dall’altro insiste con autori australiani come Warwich Thorton ( Sweet Country, premio speciale dela giuria alla 74esima Mostra internazionale del Cinema di Venezia) e Philip Noyce ( La generazione rubata ) che con le loro opere hanno cercato di scavare nelle contraddizioni del loro Paese.

Ma si comincia, domenica 19 gennaio, (ore 15) con un classico Disney che trasporterà i più piccoli nella misteriosa terra australiana: Bianca e Bernie nella Terra dei Canguri. A seguire (ore 17) si terrà la proiezione del cortometraggio The Spag del 1962 del regista italo-australiano Giorgio Mangiamele, uno dei primi film che testimoniano la vita dei migranti verso il Nuovo Continente, una preziosa riscoperta proposta qui nella versione restaurata dal National Film and Sound Archive of Australia. Si prosegue con la proiezione della versione restaurata da Fondazione Cineteca Italiana di Dall’Italia all’Australia di Angelo Drovetti, con accompagnamento musicale del Milano Dixie Quartet. Il film è la testimonianza diretta del regista Drovetti del viaggio di 85 italiani a bordo della nave Regina d’Italia verso il continente australiano. La serata si chiuderà per un aperitivo australiano per tutti i presenti.

Martedì 21 gennaio (ore 16.30) si parte per un altro viaggio in Tracks – Attraverso il deserto di John Curran, l’avventura di Robyn Davidson assieme al suo fedele cane e saltuariamente al fotografo del National Geographic Rick Smolan attraverso il deserto australiano, da Alice Springs fino all’Oceano Indiano. Giovedì 23 gennaio (ore 15) la commedia del maestro Luigi Zampa con Alberto Sordi e Claudia Cardinale: Bello, onesto, emigrato australia sposerebbe compaesana illibata , la storia di un emigrato italiano in Australia alla ricerca di una moglie italiana, alle prese con una prostituta che si finge illibata per trovare un pretesto per cambiare vita. La rassegna si chiude domenica 2 febbraio.
Per info: www.cinetecamilano.it