Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

WindTre taglia il progetto, trenta detenuti senza lavoro

Si occupavano di aiutare le vittime di truffe online. La compagnia ha deciso di non rinnovare l’iniziativa con il carcere di Bollate

Detenuti al lavoro in carcere
Detenuti al lavoro in carcere
Detenuti al lavoro in carcere

Lavorano come operatori di call center, per offrire servizi telefonici come informazioni agli utenti in caso di sospetto phishing, prevenendo quindi reati. Ora trenta detenuti del carcere di Bollate, che stanno seguendo un progetto di reinserimento sociale, rischiano di perdere il lavoro. La Cooperativa sociale bee.4 Altre mentì, che li ha assunti, ha spiegato che il prossimo 31 marzo si chiuderà il contratto e quindi il progetto di collaborazione che per tanti anni ha visto legati il carcere con H3G prima e WindTre a seguire. Progetto "innovativo" avviato nel 2007 con l’obiettivo di promuovere percorsi di qualificazione professionale per i carcerati. "La situazione è preoccupante, in 30 rischiano il posto - ha spiegato Marco Girardello di bee.4 -. Di questi una dozzina sono già in cassa integrazione a zero ore e altri, prima di fermarsi, stanno portando a termine le attività. Stiamo cercando di ricollocarne alcuni, ma è dura". La cooperativa spiega che i tentativi di "costruire una interlocuzione con WindTre Italia per ragionare sulle conseguenze" della decisione della società di non rinnovare la commessa non sono andati a buon fine. Non sarebbero state date "risposte alle nostre richieste di confronto se non richiami alle difficoltà che l’azienda stava incontrando alla luce dell’importante numero di clienti persi nel corso degli ultimi anni, difficoltà che imponevano l’interruzione obbligata ed immediata" della collaborazione. "Siamo anche alla ricerca di qualche altro contratto - ha concluso Girardello - mentre gli assessori milanesi al welfare e al lavoro Lamberto Bertolé e Alessia Cappello hanno manifestato il loro interesse per la vicenda". WindTre ha spiegato, in una nota, che "il contratto con la cooperativa sociale Bee.4, come previsto, è scaduto il 31122021. L’azienda, comunque, ha predisposto una proroga di altri tre mesi ed è impegnata, inoltre, nel trovare ulteriori misure per accompagnare gradualmente la conclusione del rapporto". ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?