West Gate, il puzzle si compone. Ecco i primi cantieri dell’area

È uno dei tasselli di Milano Innovation District, taglio del nastro con la sottosegretaria Albano

West Gate, il puzzle si compone. Ecco i primi cantieri dell’area

West Gate, il puzzle si compone. Ecco i primi cantieri dell’area

L’area è quella più occidentale di Mind, 300mila metri quadrati complessivi, non distante dalla stazione metropolitana di Rho Fiera M1. Qui verranno realizzati 155mila metri quadrati di uffici commerciali, 15mila metri quadrati per il retail, residenze, hotel, il Molo "mobility hub" e Innovation Hub senza l’impiego di combustibili fossili di carbonio, alimentati al 100% da energia rinnovabile. È il West Gate uno dei tasselli di Milano Innovation District che sta sorgendo nell’area che ha ospitato l’Esposizione Universale 2015, tra Milano e Rho. I primi cantieri sono stati avviati ad ottobre 2023. Questa mattina ci sarà il taglio del nastro ufficiale della parte privata alla presenza del sottosegretario al ministero dell’Economia e delle Finanze, Lucia Albano, dell’assessore alla Rigenerazione urbana del Comune di Milano, Giancarlo Tancredi e del sindaco di Rho, Andrea Orlandi.

Insieme a Lendlease, gruppo internazionale che sta sviluppando l’area, ci saranno gli altri attori di questo ‘ecosistema’. Dopo l’ospedale Galeazzi, il West Gate sarà il pezzo del puzzle che più di altri cambierà il volto dell’area: cuore sarà il Common Ground che attraverserà tutta l’area trasversalmente per un’altezza di 10 metri e attorno al quale sorgeranno i nuovi edifici che ospiteranno anche sedi di nuove aziende. "Qui ci saranno hall, laboratori, ristoranti, bar, meeting room, piazze, trasparenze, luoghi di incontro informali, alberi, parchi, spazi dello sport, edifici per la ricerca e l’innovazione che trovano qui l’idea della città contemporanea: un ecosistema urbano", si legge in una nota di Lendlease.

Tra gli edifici che verranno realizzati anche due palazzi gemelli progettati da Piuarch e dallo studio inglese Waugh Thistleton Architects, Zenith e Horizon, per un totale di circa 50mila metri quadrati. Il primo con i suoi 13 piani fuori terra e 56 metri di altezza sarà l’edificio in legno più alto d’Italia e uno dei più alti in Europa. Un altro edificio significativo è "Molo", il Mobility Hub, che avrà una funzione mixed-use con laboratori, uffici ed un parcheggio multipiano con 1500 posti auto tra pubblici e privati.

L’acronimo sta per Mobility and Logistic hub e sarà una cerniera di connessione con le principali infrastrutture della mobilità lato Rho e un punto nevralgico per l’attrattività dovuta al mix funzionale al suo interno. Il primo edificio che si vedrà arrivando in West Gate sarà l’Innovation Hub. Riunirà attività educative, creative, culturali e di ricerca.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro