MASSIMILIANO SAGGESE
Cronaca

Milano, volpe con la testa incastrata nel brick del latte salvata da un dipendente comunale

È accaduto a Pieve Emanuele dove grazie all'Oasi di Tolcinasco vivono diverse specie animali. L'appello del sindaco: basta abbandonare rifiuti

Pieve Emanuele - Una volpe vaga per i campi disperata con la testolina incastra in una busta di latte. Interviene un dipendente del comune di Pieve Emanuele, in transito lungo la strada intercomunale pievese e riesce a liberarla. Lui si chiama Walter Vignati dipendente del comune e lavora all'Ufficio Ecologia. Era in auto e quando ha visto la volpe, un giovane esemplare, disperato girare alla cieca, disperatamente senza meta per i campi non ha esitato a fermare l'auto. Sceso ha raggiunto la volpe che, nonostante fosse spaventatissimo, si è fatta avvicinare e togliere la scatola del latte dalla testa.

La volpe con la testa incastrata nella busta di latte
La volpe con la testa incastrata nella busta di latte

Poi ha guardato il suo salvatore ed è tornata a correre in mezzo ai campi. Il giovane esemplare aveva fame, in questo periodo le volpi si riproducono e quindi è probabile che stesse cercando cibo anche per i suoi cuccioli. Per per la ricca fauna selvatica presente nel grande polmone verde che nasce dall'Oasi di Tolcinasco e arriva a quella di Lacchiarella e ai prati di Milano 3, imbattersi nei rifiuti abbandonati diventa un pericolo. Anche in quelli lasciati nei cestini che poi cadono a terra per l'opera dei corvi, anche loro in cerca di cibo che li svuotano lasciando l'immondizia in giro. "La volpe è stata vittima di una conseguenza dell'abbandono dei rifiuti. Per fortuna, questa volta, grazie all'intervento del nostro ufficio ecologia, una piccola splendida Volpe è stata salvata". È stato il commento del sindaco di Pieve Emanuele, Pierluigi Costanzo

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro