Villa Arconati ancor più “deliziosa“. Riapre con un nuovo tesoro: le sale delle quattro stagioni

Bollate, il percorso di visita guidata proposto da domenica ogni settimana fino al 14 dicembre prevede un appartamento ricco di affreschi e dipinti al piano nobile della dimora settecentesca.

Villa Arconati ancor più “deliziosa“. Riapre con un nuovo tesoro: le sale delle quattro stagioni

Villa Arconati ancor più “deliziosa“. Riapre con un nuovo tesoro: le sale delle quattro stagioni

Un percorso di visita guidata completamente rinnovato e l’apertura al pubblico per la prima in assoluto dell’Appartamento dedicato alle Stagioni che si trova nell’ala Sud-Est del piano nobile. Sono le novità della stagione 2024 di Villa Arconati a Bollate. La “regia villa“ di Castellazzo riapre al pubblico domenica per una nuova stagione di visite guidate e grandi eventi.

Fino al 15 dicembre, tutte le domeniche dalle 11 alle 19 (ultimo ingresso alle 18) sarà possibile visitare la villa di delizia alla scoperta dei tesori custoditi. Quest’anno si potranno ammirare anche le 4 sale che raccontano i miti e le divinità classiche legate alle Stagioni: la Camera della Primavera, sulla cui volta si libra Flora, con una cornucopia carica di foglie e fiori; la Camera dell’Estate, con Cerere e una canestra di frutta. Questa stanza un tempo custodiva il celebre “letto di Raffaello“, un meraviglioso letto in velluto blu con decorazioni in fili d’oro e una struttura in legno talmente invisibile che il baldacchino sembrava fluttuare nell’aria come per magia. C’è poi la Sala della Caccia, dedicata all’autunno e al passatempo prediletto dell’aristocrazia: conserva 12 dipinti originali del 1705 di Angelo Maria Crivelli detto il Crivellone, che ritraggono scene di caccia realizzate appositamente per questo luogo, e nature morte con pollami e pesci. E infine c’è la Sala dello Zodiaco: una delle camere da letto più riccamente decorate di tutta la villa, con una meravigliosa finta tappezzeria dipinta che sembra ricamata di pizzi e seta e incornicia 4 bellissimi medaglioni in stucco raffiguranti le stagioni. Come una sorta di mappa celeste, ogni medaglione riporta i segni zodiacali della stagione corrispondente.

Il nuovo percorso di visite guidate che porta i visitatori alla scoperta dell’arte e dei miti classici tanto cari agli Arconati dura 90 minuti circa. Accompagnati dalle appassionate guide volontarie Far (Fondazione Augusto Rancilio), si ammirano le bellezze del palazzo e del giardino, tra cui la statua di Tiberio, il Teatro di Pompeo Magno e si conosceno le storie di chi ha fatto diventare Villa Arconati ‘la piccola Versailles di Milano’.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro