Via Zama 23. Dal Leonka a Reinventing

L'ex scuola di via Zama 23 a Milano, oggetto di occupazioni abusive, sarà candidata per la riqualificazione come housing universitario e sociale nella quarta edizione di Reinventing Cities. Il Comune valuta anche l'acquisizione in diritto di superficie di una parte dell'area.

Via Zama 23. Dal Leonka a Reinventing

Via Zama 23. Dal Leonka a Reinventing

Dal lodo Leoncavallo mai concretizzato alle ripetute occupazioni abusive fino all’inserimento nella quarta edizione del bando urbastico internazionale “Reinventing Cities“. È lunga e tormentata la storia dell’ex scuola di via Zama 23, periferia sud-est della città. Durante l’amministrazione Pisapia l’immobile era stato scelto dalla Giunta comunale per arrivare alla permuta che avrebbe consentito a Palazzo Marino di ottenere dal gruppo Cabassi la proprietà dell’ex fabbrica di via Watteau occupata abusivamente dai leoncavalini e di regolarizzare il centro sociale. In cambio il Comune avrebbe ceduto ai Cabassi proprio l’ex scuola di via Zama. Ma alla fine non se n’è fatto nulla. Accordo sfumato. Dopo anni di abbandono e occupazioni abusive, la Giunta comunale giovedì ha deciso di immaginare un futuro diverso per l’immobile comunale di via Zama 23.

Nella delibera firmata dall’assessore alla Casa Pierfrancesco maran si legge che l’area di proprietà comunale è interessata dalla presenza di due distinti corpi di fabbrica: l’ex scuola elementare e l’ex asilo, uniti tra loro da un terzo corpo edilizio di connessione. L’amministrazione centrale dello Stato ha aperto un’interlocuzione con il Comune per valutare la possibilità di acquisire in diritto di superficie una parte del comparto (spazi dell’ex asilo). Per quanto riguarda, invece, l’ex scuola elementare, la decisione della Giunta è quella di inserirla tra le candidature alla quarta edizione di Reinventing Cities, "con la finalità di assicurare una riqualificazione complessiva dell’edificio, prevedendo una rifunzionalizzazione ad housing universitario e sociale". Lo strumento urbanistico delinato da Palazzo Marino è la costituzione del diritto di superficie (per una durata massima di 90 anni) mediante avviso pubblico.

M.Min.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro