Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
29 mag 2022

Via Adriano 60, il Comune dice sì alla demolizione Ruspe in azione entro l’anno, spesa di 2,3 milioni

29 mag 2022

Si avvia verso la conclusione con lieto fine la vicenda del complesso immobiliare ex Aler e ora di proprietà comunale di via Adriano 60, nel Municipio 2, abbandonato da molti anni e per questo in grave stato di degrado. Una delibera di Giunta di Palazzo Marino, infatti, ne ha appena approvato il progetto definitivo di demolizione, in capo a MM Spa come anche i lavori, per un costo totale previsto di circa 2,3 milioni di euro.

La superficie complessiva dell’area è di 20.853 metri quadrati, con una slp esistente pari a 15.600 mq. Si tratta, nel dettaglio, di due edifici di tre piani e uno di due piani destinati fino al 2008 ad ospitare il centro di formazione professionale “Achille Grandi’’ della Provincia di Milano, di un altro immobile di due piani destinato ad archivio regionale ormai dismesso, e di un ultimo stabile di sette piani utilizzato fino al 2007 come foresteria della Guardia di Finanza.

L’insieme dei fabbricati si trova vicino alla scuola secondaria di primo grado di recente costruzione inaugurata pochi mesi fa, e la sua demolizione completa quanto previsto dalla progettazione dell’Accordo di programma finalizzato appunto alla valorizzazione dell’area dell’ex complesso immobiliare di via Adriano 60. Una volta concluse le attività di demolizione, che potrebbero iniziare entro la fine dell’anno in corso per durare circa quattro mesi, si passerà alla bonifica dei terreni. In atteso di un riutilizzo dell’area.

L’assessore alla Rigenerazione urbana Giancarlo Tancredi, intato, commenta così la delibera di Giunta approvata venerdì: "Si tratta di un intervento che finalmente sana una situazione di degrado, atteso da tempo soprattutto dai residenti del quartiere, e che aggiunge un ulteriore tassello alla riqualificazione della zona nel suo complesso". Non solo. Il responsabile dell’urbanistica di Palazzo Marino aggiunge che "l’area è al momento destinata a verde con la possibilità, in seguito ad un’attività di ascolto delle esigenze del Municipio e del territorio, di ospitare anche servizi per il quartiere".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?