G.Ch.
Cronaca

Vandali in azione contro i partiti: scritte sui muri anti-Lega e rubata bandiera a sede Pd

Destra e sinistra. Nessuno risparmiato dai vandali a Bareggio

 il sindaco Linda Colombo

il sindaco Linda Colombo

Destra e sinistra. Nessuno risparmiato dai vandali a Bareggio. Una scritta contro la Lega è apparsa sul muro esterno dell’abitazione di fronte alla sede del partito, dove peraltro abita anche il presidente del Consiglio comunale Angelo Cozzi. Un vandalismo che lo stesso Cozzi ha voluto condannare. "Spiace – ha dichiarato - che ci siano questi atteggiamenti da parte di persone che non hanno neanche il coraggio di metterci la faccia e che scelgono un modo di esprimersi volgare andando a vandalizzare delle proprietà private. Tra l’altro non è la prima volta, dato che qualche mese fa è stata deturpata la mia cassetta della posta. Invitiamo l’autore del gesto, se ha qualche problema con qualcuno di noi, a venire a parlarci di persona, visto che il confronto dovrebbe essere l’anima della politica". Anche il Pd bareggese ha registrato un vandalismo: è stata rubata la bandiera appesa all’asta, e legata con dello scotch, esposta davanti alla sede del circolo. Ironicamente i democratici hanno pensato "che le forti raffiche di vento che si sono abbattute su Bareggio l’hanno fatta volare via", invitando chi la ritrovasse di consegnarla in sede il giovedì o la domenica mattina. "Perché il Pd è aperto ad accogliere i cittadini e anche... le bandiere che vogliono tornare a casa". Sempre in tema di vandalismo nei giorni scorsi sono stati presi di mira il totem e le decorazioni che erano state posizionate davanti al municipio di Arluno, mentre ad Ossona sulle mura delle vie vicino alle scuole, via Litta e via Dante, sono state vergate delle scritte offensive nei confronti del primo cittadino Marino Venegoni.

 

 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro