Una passerella panoramica. Da piazza Tirana alla M4

Inizia la posa della ciclopedonale tra la stazione Fs e quella (futura) del metrò. Avrà belvedere sul Naviglio Grande e pilastri ispirati ai grandi architetti. .

Una passerella panoramica. Da piazza Tirana alla M4

Una passerella panoramica. Da piazza Tirana alla M4

Una passerella sopraelevata, destinata a bici e pedoni, con il compito di “ricucire“ la vecchia stazione ferroviaria di San Cristoforo con quella nuova e omonima della metropolitana 4, capolinea dell’ultimo spezzone della “blu“ che oggi corre tra Linate e San Babila, e dovrebbe essere aperto quest’autunno. Ma sarà anche una passerella panoramica, e in qualche maniera artistica, la ciclopedonale di cui, fa sapere Mm, è iniziata l’installazione tra piazza Tirana, vicino appunto a San Cristoforo FS, e via Martinelli, l’area di Ronchetto sul Naviglio adiacente al via Lodovico il Moro e alla stazione del metrò. Il progetto in base al quale sarà costruita, vincitore di un concorso internazionale bandito dal Comune di Milano insieme alla concessionaria M4 Spa e firmato dallo studio Aoumm, disegna la ciclopedoname come "un nastro morbido" tra il Lorenteggio e il Ronchetto, dotato di una rampa elicoidale.

La struttura sarà sostenuta da pilastri d’acciaio rivestiti, diversi tra loro per colore, forma e finitura: sono stati pensati come omaggi ad alcuni grandi maestri dell’architettura milanese, nello specifico ad Aldo Rossi, Gae Aulenti, Alessandro Mendini, Franco Albini, Angelo Mangiarotti, Giò Ponti.

Nell’intersezione con i tre punti di risalita della passerella verranno creatio dei punti di osservazione rialzati che collegheranno sbarchi di scale e ascensori con l’asse principale, ma avranno anche funzioni di belvedere inediti sul panorama del Naviglio Grande. Insieme alla realizzazione della passerella è prevista anche un’ampia riqualificazione degli spazi verdi e dell’area di sbarco tra via Ludovico il Moro e via Martinelli, "che diventerà un hub intermodale per favorire l’interscambio tra mezzi di trasporto della mobilità sostenibile (biciclette, pedoni, metropolitana e trasporto pubblico di superficie)".