Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 mag 2022

Un brindisi “sostenibile” per gli eventi

21 mag 2022
susanna
Cronaca

Susanna

Messaggio

Bere un bicchiere di vino al giorno fa bene alla salute. Un modo di dire vecchio come il mondo, che però sembrerebbe avere delle basi scientifiche. Al di là della connessione causa-effetto tra etanolo e malattie cardiovascolari, è proprio vero che nel vino sono presenti alcune sostanze che concorrono alla ridotta incidenza di infarto, oltre ad avere proprietà antiossidanti. Tra queste spicca il resveratrolo, un polifenolo presente nell’uva e nel vino. Antiossidante naturale che, interagendo con il rame presente nel nostro organismo, evita la formazione di accumuli di grassi ossidati dannosi per la nostra salute. Chiaramente il consumo, moderato, di vino ha effetti benefici sulla salute solo se quest’ultimo è di qualità. E noi italiani ne sappiamo qualcosa. Negli ultimi anni sempre più cantine stanno coniugando qualità del prodotto e sostenibilità ambientale. Ne è un esempio la Tenuta di Tavignano, che utilizza tecniche di gestione del vigneto a basso impatto ambientale. Nata nel 1973 da Stefano Aymerich di Laconi, la tenuta è un possedimento di 230 ettari raggruppati in un unico corpo che domina la campagna di Cingoli, nelle Marche, ma che da anni vede al timone una donna ecclettica, dal piglio milanese, l’arch. Ondine de la Feld, la nipote del fondatore. L’attenzione di Tavignano non solo è rivolta alle persone, attraverso la coltivazione di tutti i terreni della tenuta secondo i criteri dell’agricoltura biologica, ma anche vive nel rispetto dell’ambiente. Nel 2021, con il passaggio di consegne dallo zio alla nipote, in azienda è iniziata la svolta green. La cantina sta infatti conducendo un programma di studio ecosostenibile per traghettare l’impresa verso un futuro sostenibile con l’obiettivo di minimizzare il consumo energetico e l’emissione di CO2. Pertanto i vini della cantina Tavignano sono stati scelti dalle aziende che promuovono il Salone Internazionale del Mobile dal 7 al 12 giugno per i tanti valori che desiderano trasmettere. Ancora una volta le Marche vicine alla Lombardia per promuovere il Made in Italy nel mondo.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?